Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Chiudendo questo banner o scorrendo questa pagina acconsenti all'uso dei cookie.
sabato, 22 settembre 2018

Traversata del Sebino, una sfida per 260

I baby nuotatori d’oro: Letizia Peli, 12 anni, e Daniele Titta di 13 Il podio maschile dell’ultima edizione della traversata del lago di Iseo

Sarà un esercito di 260 nuotatori ad animare domenica la ventesima Traversata del lago d’Iseo. In crescita la schiera delle donne. In calo, invece, l’età media, che grazie a ben 13 minorenni si attesta sui 41 anni. Numeri che dicono che la Predore-Iseo, 3.200 metri in acque aperte, è ormai entrata nel calendario delle classiche. Il grosso dei partecipanti è, come sempre, lombardo, ma ci sono anche atleti provenienti dal Piemonte, dall’Emilia Romagna e dal Veneto. In acqua ci sarà pure una giovane francese, che ha parenti residenti sul lago. CONFERMATA la presenza dei vincitori del 2017: tra i maschi si impose col tempo di 33’ 08” Lorenzo Bormanieri, 19enne di Castrezzato, mentre tra le donne arrivò prima Elisa Cattaneo, 16enne bergamasca di Cerete, che fece fermare il cronometro su 38’ 48”. Entrambi nuovi record della gara. Non mancherà neppure stavolta l’iseano Arnaldo Bonfadini, ora 26enne, terzo nel 2016, quarto nel 2017 e detentore del primato di successi nella Traversata (sei consecutivi), dal 2010 al 2015. Non ci sarà, invece, l’altro campione iseano di nuoto, Yuri Gotti, 36 anni, vincitore nel 2016 e in altre tre precedenti edizioni. Memorabili i duelli ingaggiati negli anni fra Bonfadini e Gotti: loro, ex aequo, era il record battuto lo scorso anno da Bormanieri: 35’ e 19”, stabilito nel 2013, quando i due iseani arrivarono spalla a spalla al traguardo. Il programma prevede tra le 8 e le 9 la consegna ai nuotatori di microchip e boe. Il trasferimento sull’altra sponda, a Predore, avverrà a cura dell’ex Cooperativa barcaioli di Montisola. Alle 10,15 lo sparo d’avvio. A mezzogiorno, nel giardino di casa Panella, le premiazioni. I due nuotatori più giovani, maschio e femmina, riceveranno una medaglia d’oro offerta dal Comune di Predore. E una targa speciale sarà per chi ha disputato tutte e 20 le edizioni. Organizza la Società operaia di mutuo soccorso di Iseo, anche se la titolarità giuridica è di «Iseo fìdati». Garantiranno l’assistenza l’associazione Tempo libero e sport, il Gruppo sub, l’Ysei sub diving club, l’Opsa Croce rossa di Bergamo e la Protezione civile. Alla fine, thè e vin brûlé serviti dagli alpini. •