Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Chiudendo questo banner o scorrendo questa pagina acconsenti all'uso dei cookie.
domenica, 18 novembre 2018

Magnalonga, tutto esaurito in mille di corsa e «golosi»

Quota 1000, cifra tonda, è già stata agevolmente raggiunta, perchè il richiamo della manifestazione è sempre irresistibile per gli appassionati dei sapori genuini e delle camminate nel verde. Ed ecco che a Monticelli Brusati la nona edizione della «Magnalonga», che si svolgerà domani, ha già fatto il pieno di partecipanti e scalda i muscoli per partire mentre è già scattato il conto alla rovescia. «Le iscrizioni si sono chiuse sabato scorso - informa Claudio Ferrari, il consigliere comunale di Monticelli che segue da vicino l’organizzazione dell’evento. Stiamo vagliando le richieste giunte all’ultimo secondo, per cercare comunque una collocazione anche ai ritardatari. Ma il tetto dei 1000 partecipanti che ci siamo dati non può, per motivi logistici, essere superato di molto. Riteniamo che sia il massimo per uno svolgimento ottimale» Tutto esaurito dunque per un’edizione della «Magnalonga» che si preannuncia di grande spessore. Il lungo percorso enogastronomico attraverso le strade, i sentieri e le frazioni di Monticelli Brusati, consiste in una passeggiata di 12 chilometri da percorrere a piedi, con 6 zone di sosta in cui verrà servito, ad ogni tappa un piatto tipico, accompagnato dal vino di alcune delle migliori cantine della Franciacorta. Un richiamo cui è difficile resistere. In dettaglio, a San Zenone ci sarà la tappa colazione, alla Baroncina il panino, all’Oratorio il primo piatto a base di ravioli, alla tenuta La Montina il secondo di carne, nei pressi della Madonna della Rosa sarà servito il formaggio con le uova e infine, di ritorno a San Zenone, il dolce e il caffè. La Magnalonga, che l’anno scorso vide la presenza di ben 1100 persone e il cui ricavato sarà destinato al rifacimento della segnaletica del sentiero delle cascate, è resa possibile grazie a una cabina di regia che fa capo all’Amministrazione comunale e alla Promonticelli, con la collaborazione di numerose associazioni e a centinaia di volontari. La durata del percorso è stimata in 6 ore e 30 minuti. •