CHIUDI
CHIUDI
Seguici
Sezioni
Servizi
Cerca

28.06.2018

Il Sarnico bis rompe il ghiacco «Avanti tutta sul polo logistico»

Il sindaco Sarnico in aula per il debutto del suo secondo mandato
Il sindaco Sarnico in aula per il debutto del suo secondo mandato

«Questo é il giorno degli applausi. Ma dobbiamo cominciare da subito a prenderci le responsabilità, nel solco del programma premiato dai cittadini, per costruire una Ospitaletto più vivibile, partecipata, attiva e solidale». CON QUESTE PAROLE il sindaco Giovanni Battista Sarnico ha aperto la seduta di insediamento. Il riconfermato primo cittadino ha subito fissato l'agenda del mandato bis. La priorità resta ovviamente il polo logistico Esselunga: «Un’operazione che porterà lavoro, risorse importanti da investire in opere pubbliche», ha ribadito Sarnico». Sul fronte sicurezza, il sindaco ha posto l’accento «sul radicamento della sorveglianza (progetto già finanziato con 200 mila euro), che sarà estesa a scuole, parchi e stazione bus. Metteremo mano alla viabilità nord, priva di infrastrutture stradali adeguate e al progetto sicurezza». La replica: «Vogliamo fatti non parole - ha ribattuto dai banchi del centrodestra Matteo Totò -: il sindaco ha già disatteso le promesse di affidare la sicurezza ad un assessore dedicato. Come possiamo fidarci?». Giuseppe Antonini, capogruppo di Ospitaletto da Vivere, ha assicurato invece «un’opposizione costruttiva e di vigilanza». In aula è stato ratificato l'ingresso di Enrico Mandelli al posto di Angiola Giudici (lista Gente Nostra), che non ha accettato la carica. Nuovo presidente del Consiglio comunale è Erica Bui, vice Federica Ghiglia. La nuova squadra di Sarnico è formata dal vice sindaco Giorgia Boragini, che ha assunto anche l’assessorato ai Servizi sociali e pari opportunità. Gli altri quattro assessori sono Massimo Reboldi per le Attività produttive, Commercio e Sport, Chiara Maria Raza per la Pubblica istruzione e Cultura, Luca Giuseppe Radici per Urbanistica, Edilizia privata, Ambiente ed ecologia, e Alfonso Bordonaro per Lavori pubblici e Patrimonio. Il sindaco manterrà le deleghe per i settori Bilancio, Tributi, Organizzazione servizi e personale, Affari e rapporti istituzionali, Protezione civile, Politiche per i giovani, Vigilanza e sicurezza. •

Cinzia Reboni
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1