CHIUDI
CHIUDI

13.12.2018

Le fiamme
e lo scoppio in
una notte di paura

Momenti di autentico terrore quelli vissuti martedì sera a Ospitaletto, dove in via Franciacorta attorno alle ore 21.30 si è sfiorata la tragedia in seguito all’incendio divampato nell’abitazione sopra il mobilificio Parzani. L'inquilina e i suoi due bambini, che al momento del rogo si trovavano in casa, sono riusciti a mettersi in salvo in extremis, prima dell’esplosione di alcune bombole di gpl, grazie all’allarme fatto scattare dai vicini, che avevano visto le alte fiamme sprigionarsi sul terrazzo.

L’INCENDIO, secondo i primi accertamenti svolti dai Vigili del fuoco con il supporto degli agenti della Polizia locale di Ospitaletto guidati dal comandante Marco Matteo Mensi, sarebbe stato provocato da un corto circuito partito da una lavatrice o più probabilmente dalla centralina del sistema di videosorveglianza, entrambi alloggiati sul balcone. Le fiamme si sono propagate rapidamente a una catasta di quintali legna e, appunto, ad alcune bombole di gpl utilizzate per alimentare il barbecue. In pochi istanti il calore ha innescato lo scoppio dei contenitori di gas. Fortunatamente al momento della deflagrazione l’appartamento era già deserto, ma il boato dall’esplosione delle bombole di gpl ha scatenato il panico tra le persone radunate in strada, richiamate dalle fiamme che si levavano altissime dal terrazzo.

NELLA CONCITATA FUGA, una 60enne, spaventata, nel tentativo di allontanarsi è caduta, fratturandosi una spalla e provocandosi contusioni varie. È stata soccorsa e accompagnata all’ospedale Civile. Le sue condizioni non preoccupano i sanitari. Solo il tempestivo intervento dei Vigili del fuoco, giunti in forze in via Franciacorta con tre mezzi, ha evitato il peggio. L’incendio ha praticamente distrutto il terrazzo, proprio sopra il mobilificio, ma è facile immaginare cosa sarebbe potuto accadere se il rogo avesse raggiunto i locali del punto vendita dove sono stipati mobili in legno. Sul posto sono intervenuti anche i carabinieri di Ospitaletto. L’appartamento resta al momento inagibile, mentre è iniziata anche la verifica di eventuali danni alle coperture delle case vicine.

Cinzia Reboni
Correlati

Articoli da leggere

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1