Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Chiudendo questo banner o scorrendo questa pagina acconsenti all'uso dei cookie.
lunedì, 24 settembre 2018

Un museo per amico I bambini svelano la bellezza dell’arte

Il progetto didattico ha coinvolto oltre 180 alunni delle elementariIl frutto dell’ingegno dei baby creativi diventerà ora un libro I bambini hanno mostrato ieri le loro piccole grandi opere d’arte

Un museo per amico. È racchiuso nel titolo lo spirito del progetto dedicato allo scultore Domenico Ghidoni, destinato a diventare «non un semplice contenitore di sculture e opere d’arte, ma una rete di collegamento con le principali realtà culturali della provincia per poter promuovere insieme eventi culturali e per dare vita ad iniziative indirizzate ai bambini, ai giovani e agli anziani, oltre che alle persone direttamente interessate all’arte. Un Museo amico, appunto, che deve essere di tutti: grandi e piccini». A spiegarlo ieri mattina il sindaco di Ospitaletto, Giovanni Battista Sarnico, letteralmente «circondato» dai 180 alunni delle classi seconde della elementare «Canossi», che gli hanno personalmente consegnato i lavori - disegni, collages, mosaici, scritti, sculture - realizzati negli ultimi mesi di scuola per raccontare cosa sia un museo. Tutto il materiale - prodotto singolarmente o attraverso lavori di gruppo o di classe - verrà utilizzato per la pubblicazione di un libretto, dal titolo «Te lo spiego io il museo», che vedrà la luce a settembre, all’inizio del prossimo anno scolastico, e verrà distribuito ai bambini di tutte le età. Ma non solo: i lavori dei piccoli artisti in erba saranno esposti a novembre in una mostra a Ospitaletto, proprio negli spazi del futuro Museo Ghidoni. Inoltre, «da Roma ci hanno già fatto sapere di essere interessati al progetto e di voler ricevere il libro - ha sottolineato Angela Tomasoni, coordinatrice del progetto del Museo Ghidoni -, quindi i vostri lavori diventeranno “famosi” e la vostra fantasia volerà anche fuori dai confini di Ospitaletto». «QUELLO DI OGGI è solo il primo passo di un Museo che deve essere vicino ai bambini, nell’ottica di diventare un vero e proprio “amico”. Del resto - ha poi chiesto Sarnico -, c’è forse qualcuno tra i presenti che non ha amici?». A sorpresa, la piccola Beatrice ha alzato la mano. «Siamo sicuri che da qui a settembre troverai qualcuno anche tu. In ogni caso, la prima voglio essere io», ha detto Angela Tomasoni stringendo la mano alla nuova piccola amica. • © RIPRODUZIONE RISERVATA