Questo sito web utilizza i cookie anche di profilazione al fine di migliorarne la fruibilità. Continuando ad usufruire di questo sito, l'utente acconsente ed accetta l'uso dei cookie. Informazioni
martedì, 17 ottobre 2017

Una scuola senza amianto:
la bonifica priorità assoluta

Impianti sportivi ed edilizia scolastica monopolizzano il bilancio di previsione 2017 del Comune di Ospitaletto. Il documento di programmazione da poco approvato consentirà «di proseguire in modo incisivo nell'attuazione del programma dell'esecutivo», spiega il sindaco Giovanni Battista Sarnico.

Tra le priorità c’è la riqualificazione della scuola media «Domenico Ghidoni»: l’investimento messo a bilancio è di 2.456.000 euro (in tutto, per istruzione e diritto allo studio, il Comune metterà su piatto 4,1 milioni di euro) e prevede l'abbattimento delle barriere architettoniche, la riqualificazione energetica, il miglioramento antisismico e l'adeguamento antincendio.

Ma, soprattutto, la bonifica dell’amianto rinvenuto nel pavimento: i lavori del primo step inizieranno il 3 aprile (160 mila euro la spesa prevista), permettendo alle imprese edili di intervenire per le opere successive in tutta sicurezza: «Gli studenti sono stati trasferiti subito dopo le vacanze di Natale nei locali messi a disposizione dalla parrocchia - spiega il sindaco Sarnico -: siamo intervenuti immediatamente, togliendo i ragazzi da una situazione potenzialmente pericolosa, perchè la cosa più importante è la tutela della salute».

Nel bilancio una voce importante è la riqualificazione del centro sportivo comunale, grazie a una gestione più efficace degli impianti, il cui costo ad oggi supera il valore di 150 mila euro. «Seppure il contributo dei volontari delle società locali sia stato importante sotto l’aspetto della manutenzione, oggi le strutture si presentano non a norma e in cattivo stato - spiega Sarnico -. Puntiamo dunque ad un intervento radicale e innovativo, utilizzando il partenariato publico privato, uno strumento nuovo, che unisce progettazione, realizzazione, finanziamento e gestione per i prossimi vent’anni».

Nel bilancio di previsione 2017 sono state anche confermate l’abolizione della Tasi per tutte le abitazioni principali e la progressiva riduzione della Tari, abbinata a un giro di vite contro l’abbandono dei rifiuti. C.REB.