Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Chiudendo questo banner o scorrendo questa pagina acconsenti all'uso dei cookie.
martedì, 13 novembre 2018

Dal 1986 il messaggio cristiano come metodo

Suor Rosalina con i collaboratori

Fondata nel 1984 in una porzione della cascina di via Raspina, la Shalom ha costruito il suo progetto di uscita dal tunnel della tossicodipendenza sul volontariato e sul messaggio cristiano. In trent’anni la scelta si è rivelata felice per centinaia di famiglie che vi hanno accompagnato figlie e figli, vittime delle droghe ma negli ultimi anni anche di alcol, ludopatie e patologie della personalità: le «nuove» dipendenze. LA PERCENTUALE di successi ne ha fatto oggetto di studio di diverse università e ha portato alla Shalom specialisti impegnati sia nella ricerca che nel volontariato. L’indipendenza economica, fondata su lavoro, allevamento, agricoltura nella cascina continuamente ampliata, ha garantito la sussistenza per circa 350 ragazze e ragazzi, mentre donazioni, volontari, iniziative culturali ne hanno fatto un punto di riferimento. Se lo stile di «famiglia cristiana» ha portato la maggior parte chi ha superato la tossicodipendenza a tornare nella società per formare una famiglia, alcuni hanno scelto di restare per collaborare. Shalom conta su questo gruppo per la gestione del quotidiano (a Palazzolo, a Villa d’Adda, sul lago di Garda, e al micronido di Palosco) e su un’équipe di professionisti (docenti, legali, psichiatri, architetti, veterinari, musicisti e cantanti) che dedicano parte del loro tempo a ragazze e ragazzi, e diversi sponsor. LA SHALOM impegna alcune centinaia di persone che si occupano sia di procedure che lavare e stirare l’abbigliamento di tutti gli ospiti. Nel futuro la comunità potrebbe rilanciare l’ex scuola Mirasole all’inizio di via Raspina, messa a disposizione dal comune, trasformandola in scuola professionale.