Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Chiudendo questo banner o scorrendo questa pagina acconsenti all'uso dei cookie.
venerdì, 21 settembre 2018

La morte di Gamba il sindaco scrittore amico dei lavoratori

Marino Gamba: aveva 78 anni

Saranno celebrati domani alle 9,30 i funerali di Marino Gamba, 78 enne, sindacalista, storico, scrittore, dirigente e capo personale alla Marzoli, quindi sindaco di Palazzolo dal 1995 al 1998. Si è spento venerdì notte nell’ospedale di Chiari, dove era ricoverato, e la sua casa in via Calepio è già diventata meta di parenti e amici. Proprio da qui partirà domani il corteo funebre per la parrocchiale di San Maria Assunta. Sposato con Delia Danesi, Marino Gamba lascia i figli Angela e Daniele che lo avevano reso un nonno felice. Quattro anni fa, superato un malore in piscina, l’ex sindaco si era dedicato alla scrittura, rielaborando le sue esperienze di sindacalista, dalla vicenda Innocenti al durissimo scontro con Lucchini. A Palazzolo Gamba nel 1995 vinse le prime elezioni con ballottaggio guidando la coalizione di centrosinistra: al secondo turno si alleò con la Lega, che due anni dopo passò all’opposizione. Ma la fine anticipata del mandato fu voluta dal «Patto» che bocciò il bilancio per contrasti sulla presidenza di Sogeim. Fu comunque un mandato ricco di risultati. La giunta Gamba completò l’acquisizione delle aree del parco fluviale, realizzò il ponte Giusi, costruì il polo di Protezione civile e Vigili del fuoco Profondo il cordoglio per la sua scomparsa. Il sindaco Gabriele Zanni ha commentato: «Ho appreso la notizia della scomparsa di Marino con grande dolore. Gli ero molto legato. Ci mancheranno esempi come quelli che ha saputo lasciarci». •