CHIUDI
CHIUDI
Seguici
Sezioni
Servizi
Cerca

08.03.2018

Le cinque parrocchie unite sotto il segno di San Fedele

Il reliquiario di San Fedele: è il santo patrono di Palazzolo
Il reliquiario di San Fedele: è il santo patrono di Palazzolo

L’istituzione del comitato San Fedele, che raccoglie e riunifica i rappresentanti delle cinque parrocchie in cui era stato diviso settanta anni fa Palazzolo, è partita con il rilancio della festa patronale, presentata con un fitto programma che avrà inizio questo sabato Marco Bonari, presidente del comitato, con don Mauro, curato di Santa Maria, Assunta e il vicesindaco Gianmarco Cossandi, hanno presentato il ciclo di eventi 2018 per San Fedele, che dovrebbe favorire la crescita di rapporti tra quartieri. L’assessore Cossandi ha assicurato l’appoggio dell’amministrazione comunale per coordinare gli eventi, evitando che si sovrappongano. Sabato alle 20,30 nell’auditorium San Fedele, avrà luogo la conversazione teologica «Ipotesi su Maria» con Vittorio Messori, che affronta un tema di rilievo per Palazzolo dove in centro si trovano la parrocchiale del 700 è dedicata all’Assunta, il santuario dell’Immacolata e, nella campagna, una pregevole chiesa del 1400 dedicata a Maria. «IL COMITATO - spiega Marco Bonari - ha deciso di organizzare un ciclo di incontri sulla religiosità popolare. Alcuni incontri sono già stati effettuati, altri seguiranno l’11 di aprile con «Testimoni del risorto» con Paolo Curtaz. Il calendario prevede incontri, cerimonie religiose e comunitarie nelle diverse chiese, musica, cultura e, come simbolo della riunificazione, la processione di San Fedele con la presentazione del nuovo reliquario che sarà benedetto nella messa. Il 14 maggio, festa patronale, sarà il clou della stagione con eventi ogni fine settimana organizzati da esercenti, associazioni e amministrazione comunale. •

G.C.C.
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1