CHIUDI
CHIUDI
Seguici
Sezioni
Servizi
Cerca

19.11.2017

Sangue, l’allarme della Croce Rossa

Il convegno regionale della Croce Rossa a Palazzolo
Il convegno regionale della Croce Rossa a Palazzolo

Il convegno regionale della Croce Rossa sulla donazione di sangue ha premiato il comitato di Palazzolo, nato nel 1914 e che si estende dal passo del Tonale al Cremonese, considerato un’eccellenza per le donazioni tanto che il comitato regionale ha affidato a una sua donatrice, Renata Pancrazio, la responsabilità del settore.

Nell’incontro è stato sottolineato che il problema nazionale della carenza di sangue è destinato ad accentuarsi in futuro. La Regione Lombardia, che ha raggiunto l’autosufficienza - con la Cri di Palazzolo definita «eccellenza nell’eccellenza» perché fornisce il 30% del fabbisogno dell’ospedale di Chiari - oggi dona il surplus raccolto alla regioni carenti ma il trend non è più lo stesso. Lo sviluppo e la scoperta di nuove patologie, i cambi di stile di vita dei giovani, - con droga, alcol e malattie sessualmente trasmissibili che incidono sul tesseramento - lo screening dei donatori, le nuove pratiche chirurgiche, impongono tanto un rinnovato impegno tecnologico che la diffusione della cultura della donazione e il superamento di gelosie tra le diverse organizzazioni di volontariato.

«La funzione della Croce Rossa è molto più estesa della donazione - ha dichiarato Faustino Belometti, presidente del comitato della Cri di Palazzolo - le certificazioni sia per la selezione dei donatori, sia per gli ambulatori di prelievo imposte dalla legislazione richiedono la collaborazione di tutti. La Croce rossa di Palazzolo ha messo a disposizione delle altre associazioni gli ambulatori di Palazzolo e Corte Franca: l’importante è raccogliere il sangue rispettando le norme a tutela della salute del donatore e di chi riceve il sangue».

Citando il dato nazionale «solo il 3 per cento della popolazione tra i 18 e i 60 anni dona il sangue», uno dei relatori del convegno ha spiegato che «diventa fondamentale non sprecare il sangue disponibile, preparando prima il paziente che affronta questi interventi». G.C.C.

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento richiede l’utilizzo di un “cookie di dominio” secondo quanto indicato nella Privacy Policy del sito; l’invio del commento costituisce pertanto consenso informato allo scarico del cookie sul terminale utilizzato.

pagine 1 di 1