CHIUDI
CHIUDI
Seguici
Sezioni
Servizi
Cerca

07.11.2017

Tra «vegani»
e cacciatori
intervengono
i carabinieri

Volevano proteggere gli uccelli con un’azione di disturbo, per impedire ai cacciatori di sparare: con questo obbiettivo circa venti vegani (così si sono dichiarati ai carabinieri: «vegani», senza specificazioni di appartenenza a gruppi o associazioni) sono arrivati domenica mattina dalla provincia di Novara nelle campagne tra Palazzolo, Chiari e Cologne. Ma la loro missione ha avuto un finale concitato e ora dovranno rispondere di violenza privata.

I carabinieri di Palazzolo, chiamati da alcun cacciatori, con il loro intervento hanno evitato che l’incontro ravvicinato fra i due gruppi degenerasse: da una parte i «vegani» di Novara, che mettevano in fuga i volatili disturbando la mira dei cacciatori, dall’altra le «doppiette», che reclamavano il loro diritto di esercitare legalmente l’attività venatoria. Al culmine della tensione sono arrivati i militari, che con molta pazienza sono riusciti a placare gli animi e riportare la calma.

Per diversi attivisti, identificati dai carabinieri, scatterà la denuncia per violenza privata, come prevede la leggi che tutela tanto il diritto a manifestare liberamente la propria opinione quanto il diritto di chi pratica la caccia entro i limiti fissati dalle norme. G.C.C.

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento richiede l’utilizzo di un “cookie di dominio” secondo quanto indicato nella Privacy Policy del sito; l’invio del commento costituisce pertanto consenso informato allo scarico del cookie sul terminale utilizzato.

pagine 1 di 1