Questo sito web utilizza i cookie anche di profilazione al fine di migliorarne la fruibilità. Continuando ad usufruire di questo sito, l'utente acconsente ed accetta l'uso dei cookie. Informazioni
lunedì, 23 ottobre 2017

Videocamere e sicurezza:
la Polizia locale fa il punto

L’efficacia dei sistemi di videosorveglianza per garantire la sicurezza e scoraggiare comportamenti a rischio, il rispetto della normativa, la qualità di ottica e software saranno al centro del convegno di Palazzolo dal titolo «Obblighi e responsabilità in materia di videosorveglianza».

Relatore Franco Morizio, comandante della Polizia Locale di Lecco, dal 2013 membro del comitato scientifico per la sicurezza e la Polizia locale, il convegno è in programma il 14 settembre dalle 14,30 nella sala della biblioteca. Moderato dal comandante della locale di Palazzolo, Claudio Modina, farà il punto sulla videosorveglianza anche in funzione dei nuovi reati, come l’uso del cellulare alla guida e la dispersione di rifiuti lungo le strade,

L’impianto palazzolese si è rivelato importante per la sua capacità di segnalare auto prive di assicurazione o collaudo, veicoli rubati in transito o diretti verso aziende, ma anche come è successo sia a Palazzolo che a Erbusco, ad individuare pirati della strada o chiarire responsabilità in caso di sinistri.

L’accordo tra i due comuni per il comando unificato della Polizia locale, che ha permesso di aggiudicarsi il bando regionale, ha consentito di ridurre alcuni rischi per la sicurezza. L’impianto che individua auto prive di assicurazione o collaudo, veicoli rubati ma anche sottoposti a sequestro amministrativo in transito, scoraggia comportamenti a rischio, ma non l’abuso di telefonini.

«Il cellulare alla guida - ha sottolineato il comandante di Palazzolo, Claudio Modina - è più pericoloso di quanto si creda, ma purtroppo troppi automobilisti segnalano la presenza della pattuglia lampeggiando. C’è l’impressione che siano i telefonini a favorire attraversamenti con il rosso, a semafori che fotografano i trasgressori. Il convegno sarà l’occasione per fare il punto sulla videosorveglianza urbana con i dati di questi anni e le normative vigenti». G.C.C.