CHIUDI
CHIUDI

02.10.2018

Con Lgh e Cogeme la cultura del riciclo diventa innovazione

Formazione e trasparenza per formare una cultura del riciclo e per scoraggiare l’abbandono dei rifiuti. Questo l’obiettivo delle novità di Lgh illustrate ieri in sede a Rovato dal presidente Antonio Vivenzi, con Gerardo Paloschi, direttore Sviluppo territoriale di Lgh, e Dario Lazzaroni, presidente Cogeme. Domani le novità «Open Report» e del «Premio Lgh start up», saranno presentate all’Università Bocconi a Milano nel Salone dell’Innovazione sociale, e poi con incontri programmati nei Comuni del territorio. «OPEN REPORT» propone, nel sito dell’azienda, una rendicontazione integrata che comunica all’istante le attività in rapporto alla sostenibilità. Il «Premio Lgh start up» è invece riservato a società iscritte al registro delle start up innovative delle province di Cremona, Brescia, Lodi e Pavia: al premio di 5 mila euro lordi, e 50 ore di consulenza di personale qualificato del Gruppo, si affianca la proposta di valutare l’ingresso di Lgh nel capitale e la possibilità di utilizzare gratuitamente per 6 mesi il Polo per l’innovazione digitale di Cremona. LE CANDIDATURE, da depositare entro fine mese, saranno valutate da una apposita commissione. In contemporanea si concluderà il reclutamento di Lghdemia, la «business school» di Lgh, completamente gratuita per i residenti nelle stesse province. Per i selezionati ci sarà un percorso di formazione professionale che inizia il 26 ottobre. Al termine del corso, Lgh conferirà il mandato di agenzia per la vendita di prodotti e servizi della multi-utility e per i 10 migliori un contributo di 500 euro per l’avvio. «Innovazione e attenzione per il territorio sono nel Dna di Lgh, guidano la nostra azione e si combinano per dare vita a servizi, attività, iniziative in grado di mettere l’una al servizio dell’altro e delle comunità che in esso vivono e operano - ha dichiarato Antonio Vivenzi -. L’OpenReport è un perfetto esempio di tutto questo». •

G.C.C.
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1