CHIUDI
CHIUDI
Seguici
Sezioni
Servizi
Cerca

21.11.2018

Il ponte medievale?
Bellissimo
e carissimo

Lo spettacolare colpo d’occhio in una simulazione grafica del futuro ponte sopra il fossatoLa struttura sarà in acciaio rifinito con una brunitura «antichizzante»
Lo spettacolare colpo d’occhio in una simulazione grafica del futuro ponte sopra il fossatoLa struttura sarà in acciaio rifinito con una brunitura «antichizzante»

Si è concluso il «pre-esame» delle sei offerto regolari, dell’appalto per la costruzione del Ponte sugli Spalti del castello di Rovato, un’opera che si annuncia molto bella per l’impatto visivo tra giardini e antiche mura, ma con un costo di 360 mila euro Iva esclusa: a conti fatti quasi mezzo milione. IL PROGETTO, voluto dal sindaco Tiziano Belotti, prevede un ponte pedonale d’acciaio brunito in «corten» che colleghi le mura del castello al municipio, scavalcando l’antico fossato per giungere sugli spalti che sovrastano l’area del Foro Boario realizzato ai piedi delle mura. Il nome della ditta che si è aggiudicata i lavori sarà reso noto nei prossimi 15 giorni dopo le verifiche di conformità delle offerte al codice degli appalti. Dopo l’approvazione della Soprintendenza il sindaco, ha dichiarato di avere sempre mantenuto «un rapporto stretto con i funzionari della Soprintendenza, grazie al quale siamo arrivati all’attuale progetto definitivo». La costruzione del futuro manufatto, previsto all’uscita dell’antica «porta postierla», dove si trovava nel medio evo il ponte levatoio, è stata favorita dal suo ripristino nel 2000 per lavori di manutenzione. Sarà costruito in acciaio, con profili tondi e trattamento cromatico, con led che illuminano la brunitura che richiama la tinta opaca delle travature antiche, ricoperte da pece e bitume. FINANZIATO con i proventi derivati dall’assegnazione della sesta farmacia comunale, la costruzione ha incontrato però molte critiche. Non solo dall’opposizione, ma anche da Maurizio Festa e Silvia Quaranta, consiglieri che recentemente sono usciti dalla maggioranza formando il gruppo Liga, citando tra le cause della «rottura» la costruzione del ponte, che non faceva parte del programma. Severo anche Angelo Bergomi, capogruppo Pd: «È iniziata la campagna elettorale per il 2020 - dice con ironia -. Il ponte non era una priorità: non avremmo mai speso mezzo milione per una passerella pedonale sugli Spalti, senza progettare la riqualificazione della viabilità del centro, e in ogni caso avremmo coinvolto i rovatesi. Sarebbe il caso di cominciare a chiedere all’amministrazione il perché di questa e di molte altre sue scelte». •

Giancarlo Chiari
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1