CHIUDI
CHIUDI
Seguici
Sezioni
Servizi
Cerca

18.01.2018

Operaio ferito da un tornio Per l’«Sos» in fabbrica interviene l’eliambulanza

Anche i Vigili del fuoco davanti al capannone di via Stelvio
Anche i Vigili del fuoco davanti al capannone di via Stelvio

È stato ricoverato in eliambulanza al Civile di Brescia in condizioni gravissime il 18enne, figlio del titolare dell’azienda di via Stelvio, a Rovato, vittima di un infortunio accaduto mentre il mentre stava lavorando a un tornio orizzontale. NEL CAPANNONE di via Stelvio, nella nuova area industriale di Rovato, il ragazzo era impegnato su un tornio nella lavorazione di un pezzo, quando improvvisamente è stato «preso» dalla macchina. La forza e la velocità della rotazione non gli ha permesso di liberarsi dalla presa, che lo ha trascinato facendolo sbattere contro la macchina utensile prima che, in una frazione di secondo, il motore si fermasse. Il lavoro si è interrotto alle 14,27 e sono scattati soccorsi dei compagni di lavoro, mentre partiva la chiamata al 112 che ha inviato l’ambulanza di Rovato Soccorso, due squadre di Vigili del fuoco di Brescia e l’eliambulanza. Al ragazzo, liberato dalla micidiale presa del tornio, sono stati prestati i primi soccorsi sul posto, prima dai compagni di lavoro e dal responsabile della sicurezza, poi dagli uomini del 112. Benché ostacolato dal vento che si era rinforzato in quei minuti, il pilota dell’elicottero è riuscito ad atterrare al centro di via Stelvio a pochi metri dal capannone. L’ÉQUIPE, scesa di corsa, lo ha raggiunto e dopo averne stabilizzate le condizioni (il ragazzo aveva battuto la testa e perso molto sangue) lo hanno caricato sull’eliambulanza verso le 15 diretti al Civile di Brescia, dove è stato ricoverato in codice rosso. Intanto nel capannone di via Stelvio i Vigili del fuoco hanno messo in sicurezza il tornio, che è stato posto sotto sequestro dall’operatore della Medicina del lavoro dell’Ats, che dovrà scoprire quale sia stata la causa. Sul posto è arrivato Pierluigi Toscani, vicesindaco di Rovato, che ha seguito le operazioni di soccorso e l’avvio delle indagini da parte dei carabinieri di Rovato, guidati dal comandante della stazione, che hanno raccolto le testimonianze. Attorno al tornio si sono alternati tecnici, pompieri e investigatori rimasti sul posto un paio d’ore, prima che si chiudesse il portone dopo la partenza dei Vigili del fuoco. G.C.C.

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento richiede l’utilizzo di un “cookie di dominio” secondo quanto indicato in Informazioni sulla Privacy del sito; l’invio del commento costituisce pertanto consenso informato allo scarico del cookie sul terminale utilizzato.

pagine 1 di 1