Questo sito web utilizza i cookie anche di profilazione al fine di migliorarne la fruibilità. Continuando ad usufruire di questo sito, l'utente acconsente ed accetta l'uso dei cookie. Informazioni
venerdì, 15 dicembre 2017

Parrocchiale chiusa per lavori
I fedeli «emigrano» nella pieve

L’antica pieve sostituirà la parrocchiale per tutta la durata dei lavoriLa cupola «impacchettata» per i lavori sulla sommità della chiesa (BATCH)

La chiesa parrocchiale Santa Maria Assunta di Palazzolo è chiusa per lavori di pulizia e manutenzione della cupola e della lanterna: un intervento abbastanza complesso, che dovrebbe andare in porto nella prima metà di agosto.

Costruita tra il 1751 e il 1782 su progetto dell’architetto Massari di Venezia, completata nel 1848 con la facciata dell’architetto Luigi Donegani, la parrocchiale in una decina di anni ha richiesto diversi interventi per mettere a norma impianto elettrico, illuminazione, riscaldamento.

L’OPERA dell’ingegner Carlo Bonari, approvata dalla Soprintendenza, adesso sistemerà la cupola e la lanterna con vetrate, proteggendo dalla infiltrazioni i dipinti del 1938 del bergamasco Giovanni Battista Galizzi.

La chiusura della parrocchiale per l’intera durata dei lavori ha fatto spostare le celebrazioni nell’antica pieve, chiesa madre delle parrocchie palazzolesi, con affreschi rinascimentali, e i resti di edifici dei secoli precedenti sotto il suo pavimento. I lavori in corso non hanno comportato disagi per i parrocchiani e neppure per i parcheggi.

Aperto il cantiere la ditta ha impiegato alcuni giorni per montare il ponteggio. Il trasferimento delle celebrazioni ha fatto così riscoprire i tesori artistici dell’antica pieve. L’edificio di culto costruito su pievi precedenti, una romanica tra l’VIII e IX secolo, la seconda del XII, la terza costruita nel XV secolo, fu consacrato inizialmente a San Giovanni Battista, e poi a Santa Maria Assunta, come la parrocchiale che si trova a venti metri in linea d’aria.

Il parroco don Angelo Anni ha spiegato: «L’intervento è stato affidato ad una ditta specializzata che ci ha assicurato di concludere prima della festività dell’Assunta cui è dedicata la chiesa».

Carlo Bonari, che ha progettato i lavori, spiega: «La spesa complessiva della messa in sicurezza della parrocchiale, che interessa solo cupola, lanterna e vetrate esterne di protezione alle vetrate artistiche, si aggira sui 60 mila euro. L’intervento dovrebbe essere il primo passo per futuri interventi sull’intera copertura della chiesa, l’ultimo complessivo risale al 1981».