CHIUDI
CHIUDI

29.09.2018

Toscani si dimette per l’inchiesta sui rimborsi

Il vice sindaco Pierluigi Toscani
Il vice sindaco Pierluigi Toscani

Dimissioni a sorpresa nel corso del Consiglio comunale dell’altra sera a Rovato. Il vicesindaco Pierluigi Toscani (Lega), ha annunciato le dimissioni dalla carica di Vicesindaco e assessore esterno. Assente l’ex sindaco Roberta Martinelli, per i consiglieri delle minoranze Angelo Bergomi, PD, Luciana Buffoli, Civica, Diego Zefferri, Semplicemente per Rovato, l’annuncio è stata una sorpresa, al contrario della maggioranza, informata in precedenza, da Toscani. Toscani, 47 anni, da 25 anni in amministrazione a Rovato, in ruoli diversi, consigliere, assessore, capogruppo, attualmente vicesindaco di Tiziano Belotti, è considerato l’uomo forte della Lega rovatese, dopo la vittoria del confronto interno con i lumbard che facevano riferimento a Marianna Archetti. Toscani, ha spiegato al consiglio di avere deciso di dimettersi per tutelare famiglia e attività, quando il 19 ottobre il tribunale di Milano si pronuncerà sul processo per peculato che lo vede coinvolto con altri 55 consiglieri regionali eletti nel 2012. Toscani, che si era presentato nel 2010 alle elezioni regionali sostenendo Renzo Bossi, finì nell’inchiesta con l’imputazione di avere acquistato, come diversi altri colleghi, generi non compatibili con fondi destinati all’attività politica. Il vicesindaco ha spiegato così il suo gesto: «Se fossi condannato per peculato scatterebbe la legge Severino, dimettendomi ora evito di creare problemi all’amministrazione comunale». Il presidente del consiglio Roberto Manenti lo ha ringraziato facendogli gli auguri per la battaglia in tribunale. Nessuno dei consiglieri di minoranza ha commentato, rinviando i commenti al deposito delle dimissioni. Maurizio Festa, consigliere comunale della Lega da mesi in conflitto con le scelte della sezione rovatese ha invece dichiarato: «Se teneva tanto al buon nome del paese poteva benissimo non candidarsi visto che quando è stato nominato vicesindaco era già nella tempesta». •

G.C.C.
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1