CHIUDI
CHIUDI

14.11.2018

Travolta sulle strisce davanti alla porta di casa

I soccorsi sul lungo dell’investimento nel tardo pomeriggio a  Rovato
I soccorsi sul lungo dell’investimento nel tardo pomeriggio a Rovato

È stata investita sulle strisce pedonali, proprio davanti a casa, ma le sue condizioni, dopo che si era temuto il peggio, non sarebbero gravi. È STATA RICOVERATA in codice giallo al Civile di Brescia la 56enne rimasta ferita nel tardo pomeriggio di ieri, una decina di minuti prima delle 18, in via Ettore Spalenza, in centro a Rovato. Il primo a soccorrerla è stato un vicino, che l’ha coperta e rassicurata in attesa dei sanitari. «Non parlava - ha raccontato - Ero molto preoccupato. Era caduta su un fianco, aveva un braccio e la gamba insanguinati, per fortuna non sembra abbia battuto la testa. Quando mi sono avvicinato, dopo che l’avevano immobilizzato e caricata sulla barella, ha ripreso a parlare - ha aggiunto - Spero che ce la cavi senza gravi conseguenze». Un altro testimone, un ragazzo di 18 anni che ha seguito le fasi di soccorso, ha raccontato: «Non ho visto l’incidente. Sono arrivato quando la ferita era già a terra, davanti alla Kia bianca che l’ha investita, a poca distanza da un tombino. Ho cercato di dare una mano rallentando il traffico. Erano passate da poco le sei e questa specie di incrocio a tre vie, che sembra una Y, è poco illuminato. Chi arriva dalle due curve che lo precedono non ha molta visibilità». GLI AGENTI della Polizia Stradale, arrivati quasi subito, se ne sono andati dopo pochi minuti, lasciando l’incombenza dei rilievi alla Polizia Locale di Rovato, arrivata con i Carabinieri, l’automedica e due ambulanze. Alle 18, raccontano le persone che si sono fermate a chiedere informazioni, il traffico lungo via Spalenza, che collega il centro alla SS 11 aggirando con una curva il parco della Fondazione Lucini Cantù, è sempre molto intenso, anche perché su questa via confluiscono i mezzi che arrivano da via Calca. Un giovane motociclista ha spiegato: «Chi arriva dal centro esce da una curva con scarsa visibilità e si incrocia con le vetture che arrivano da via Calca. Attraversare di sera è un rischio anche sulle strisce pedonali, perché l’illuminazione è scarsa ed è concentrata sui marciapiedi che portano alla Ricchino».

G.C.C.
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1