CHIUDI
CHIUDI
Seguici
Sezioni
Servizi
Cerca

13.09.2017

Un chilometro d’arte colorerà i vigneti

Un’immagine dall’edizione dello scorso anno: si ritorna domenica
Un’immagine dall’edizione dello scorso anno: si ritorna domenica

La seconda edizione di «Un chilometro di tela», ideata da Pro loco Erbusco e azienda Bellavista, torna domenica nei vigneti tra Villa Lechi e la stra aPorivinciale, non stop dalle 10 alle 17, con gli allievi dell’Accademia di Brera di Milano e pittori di tutte le età, in plein air tra le viti.

Le iscrizioni, fino a venerdì 15 settembre, consentono di prenotare, spazi sulla tela di 2, 3 e 6 metri, con pennelli e colori forniti dalla Pro loco.

La manifestazione porta il linguaggio dell’arte in uno scenario che coniuga natura, storia e architettura, con Villa Lechi, costruita tra il XIV e il XVI secolo, e i vigneti del Bellavista alla base dello sviluppo di Erbusco, ritornato capitale della Franciacorta.

Con l’unica incognita delle previsioni del tempo, il chilometro di tela, farà celebrare all’arte la festa di chiusura della vendemmia. L’iniziativa promossa dal Comune di Erbusco, conta sulla collaborazione dell’accademia di Belle arti di Brera, e di Palazzo Reale e sul sostegno dell’azienda Bellavista che ha messo a disposizione i vigneti più in vista del paese. La tela, alta 1,60 metri, suddivisa nelle tre misure, si snoderà tra le vigne, che salgono dalla provinciale a Villa Lechi, proponendo il tema «Bellavista su Milano. Paesaggio, territorio, e identità», che riprende lo slogan con cui il Comune Erbusco si era presentato ad Expo. Proprio Bellavista offre anche un premio ai tre migliori lavori degli allievi dell’Accademia. G.C.C.

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento richiede l’utilizzo di un “cookie di dominio” secondo quanto indicato nella Privacy Policy del sito; l’invio del commento costituisce pertanto consenso informato allo scarico del cookie sul terminale utilizzato.

pagine 1 di 1