CHIUDI
CHIUDI
Seguici
Sezioni
Servizi
Cerca

23.12.2017

A Borno si torna a sciare E nel carosello debutta oggi il tracciato di Ogne

La pista Pian d’Aprile, nel comprensorio di Borno
La pista Pian d’Aprile, nel comprensorio di Borno

In tutta la Valcamonica, non solo in quella di interesse sciistico, si guarda al cielo aspettando il manifestarsi delle promesse post natalizie, che parlano della possibilità di precipitazioni nevose in montagna. Intanto però le temperature hanno permesso una compensazione artificiale, quella garantita dai cannoni sparaneve; e così, a Borno-Monte Altissimo la stagione dello sci è ripartita e non si dovrebbe fermare più. Dopo la pausa infrasettimanale per preparare al meglio il comprensorio, da ieri è possibile sciare ininterrottamente, e per quest’oggi è stata messa in calendario anche l’apertura della pista «Ogne», che consente di rientrare con gli sci ai piedi dalla cima del monte Altissimo. Merito di un lavoro intenso: «I nostri tecnici hanno fatto miracoli - commenta Matteo Rivadossi, presidente della società funivia - e il risultato è che stiamo per aprire un’altra discesa che si aggiunge a Pian d’Aprile e campo scuola che già erano al servizio del divertimento di chi ci ha scelti». Come detto si attende un Natale con i fiocchi (o magari un Santo Stefano nevoso). «Speriamo nei numeri e nelle precipitazioni, una bella nevicata è proprio quello che ci vorrebbe - aggiunge Demis Zendra, amministratore delegato della stessa società sciistica -. I due fine settimana di apertura all’inizio del mese sono stati un buon inizio di stagione, speriamo di continuare così e di continuare anche a raccogliere gli apprezzamenti che ci stanno arrivando in questi giorni». GLI APPASSIONATI fedeli alla stazione dell’Altopiano del Sole e anche i nuovi arrivi hanno a quanto pare apprezzato gli sforzi fatti, e in particolare il restyling che ha caratterizzato il rifugio Monte Altissimo: una struttura di accoglienza sulle piste che da questa stagione è raggiungibile anche dai pedoni grazie all’adeguamento della seggiovia. Insomma, dopo le prime apparizioni, il comprensorio si immerge nell’inverno: «Abbiamo esordito con una apertura non stop, e dopo il taglio del nastro previsto per la pista Ogne - chiude Rivadossi - continueremo a lavorare sul resto della ski area, nell’attesa di un regalo di Natale dal cielo». C.VEN.

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1