Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Chiudendo questo banner o scorrendo questa pagina acconsenti all'uso dei cookie.
giovedì, 19 luglio 2018

I milanesi dell’Altopiano
danno i voti all’accoglienza

(BATCH)

Lo hanno ricevuto la neo pizzeria d’asporto «Posti conTati», la storica farmacia Venturelli, il personale dell’Iper Sermark, il direttore del «Bosco blù» Gianni Masu e il ristorante «Cristallo blù» che fa base nel campeggio. È il «Nigutin d’or», che da Milano arriva a Borno per mano dei frequentatori de La Piazzetta e del campeggio ai piedi delle piste da sci.

È un premio che nasce dall’espressione milanese «te regali un bel nigutin d’or (un niente d’oro) fa su con la carta d’argenta» e che è soprattutto un riconoscimento per chi con passione, ogni giorno, svolge il suo lavoro e apre le braccia ai turisti.

L’edizione 2017 ha insignito, per esempio, la nuovissima pizzeria per «la fantasia, il coraggio e la novità di un’ottima pasta per pizza», ma anche la storica farmacia per essere «il locale più frequentato di Borno che distribuisce salute con grande professionalità e cortesia». Il riconoscimento è assegnato - a discrezione, libertà e fantasia del gruppo di turisti - a persone, iniziative, attività commerciali e ristoranti dell’Altopiano. C.VEN.