CHIUDI
CHIUDI
Seguici
Sezioni
Servizi
Cerca

29.09.2017

Il test estivo è andato bene
Borno fa centro sui rifiuti

Gli attuali strumenti per la raccolta differenziata di Borno
Gli attuali strumenti per la raccolta differenziata di Borno

Il test estivo era importante, e Borno lo ha superato benissimo incassando una «promozione» del proprio percorso verso la raccolta differenziata puntuale dei rifiuti. Il Comune, un pioniere tra quelli turistici nel superamento della logica dei cassonetti (spariti alla fine di maggio), ha accolto i bidoni verdi con chip che dopo un periodo di assestamento faranno partire la tariffa puntuale «più differenzi meno paghi».

Non è infatti uno slogan inventato solo per far gola, precisa Vallecamonica servizi che gestisce la partita, ma applicarlo sulla carta non è così semplice. Serve ancora un po’ di pazienza, perché nei primi Comuni partiti con il nuovo sistema nel 2014 si sta studiando un metodo di tariffazione che farà sicuramente scendere l’importo della bolletta per chi lo merita.

Intanto Borno, dopo aver incassato polemiche e malumori, registra ottimi risultati: «La differenziata è quasi all’85% e pensate che eravamo partiti dal 39% a inizio estate - ricorda Stefano Fanetti, responsabile del settore Ambiente di Vallecamonica servizi -. Il dato più eclatante è quello dell’indifferenziato, passato da 360 tonnellate nei mesi estivi del 2016 a 80 nello stesso periodo di quest’anno». Positivi anche i dati dell’isola ecologica aperta dall’ente locale anche la domenica mattina, che ha registrato un incremento della volumetria pari al 40%.

I dati da record alleviano le criticità ma non le fanno dimenticare. Borno ha vissuto un periodo di assestamento difficilissimo, con cassonetti che esplodevano e sacchetti abbandonati; ma poi ce l’ha fatta. C.VEN.

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento richiede l’utilizzo di un “cookie di dominio” secondo quanto indicato nella Privacy Policy del sito; l’invio del commento costituisce pertanto consenso informato allo scarico del cookie sul terminale utilizzato.

pagine 1 di 1