CHIUDI
CHIUDI
Seguici
Sezioni
Servizi
Cerca

10.12.2017

Tagli ai consumi e bollitura nell’ordinanza del sindaco

Un anno fa Borno aveva dovuto fare ricorso alle autobotti
Un anno fa Borno aveva dovuto fare ricorso alle autobotti

Chissà se le promesse del meteo saranno mantenute; se la neve e la pioggia previste nelle prossime ore saneranno in parte il buco lasciato da mesi e mesi senza pioggia. Sarebbe essenziale anche a Borno, che corre ai ripari senza fare allarmismo, ma ricordando a residenti e turisti che l’acqua è poca e va usata con criterio. È di queste ore l’ordinanza del sindaco Vera Magnolini che chiede a tutti un occhio di riguardo, per la situazione e per la salute di ognuno: «Quello della carenza d’acqua è un problema che ormai si ripete con una certa costanza - ricorda il primo cittadino - e arrivando un periodo molto intenso dal punto di vista turistico abbiamo voluto fare prevenzione. Se usate l’acqua per scopi alimentari bollitela - recita l’ordinanza - perchè la carenza ci costringe a integrare le vasche dell’acquedotto comunale con risorse esterne non potabilizzate». NULLA di nuovo da queste parti, visto che nel marzo 2016 il paese, già in ginocchio, aveva chiesto aiuto al vicino Comune di Ossimo e alle autobotti dei vigili del fuoco di Brescia che avevano rifornito le vasce di Navertino. «Non siamo a quei livelli - assicura Magnolini - ma l'acqua è poca e va salvaguardata per non incorrere in guai peggiori». Intanto sui social ha ripreso corpo l’immancabile polemica del periodo relativa all’innevamento artificiale delle piste da sci. Una fake news che circola da anni e che puntualmente viene smentita, ma i fessi della tastiera forse hanno la memoria corta: «Per l’innevamento artificiale gli impianti hanno un serbatoio autonomo - chiude il sindaco -. È ora di finirla di dire che rubano materia prima della rete comunale. Se l’acqua scarseggia è perchè piove e nevica sempre meno». C.VEN.

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1