CHIUDI
CHIUDI
Seguici
Sezioni
Servizi
Cerca

03.08.2018

Ferragosto brenese, pronti via La festa offre relax e cultura

Una istantanea di «Camunerie», uno degli eventi cult dell’estate Il museo del «Nostalgia club» di Breno sarà tra le attrazioni
Una istantanea di «Camunerie», uno degli eventi cult dell’estate Il museo del «Nostalgia club» di Breno sarà tra le attrazioni

Il conto alla rovescia è terminato, e oggi, l’avvio del nuovo Ferragosto brenese rappresenterà il battesimo del fuoco per Andrea Vielmi, il neo presidente della Pro loco che la scorsa estate aveva gestito il bar ristoro e l’accoglienza in castello. Da questa sera a domenica 19, avendo come punto di riferimento piazza Ronchi, l’associazione invita i camuni e non solo a riempire una serie di manifestazioni, spettacoli e proposte gastronomiche senza soluzione di continuità. Nel programma si inserisce per quattro giornate (10, 11, 12 e 13) «Camunerie. Il castello che rivive», una ormai celebre rivisitazione medievale che comprende il Palio delle 8 casate affidata alla regia di Emanuele Ongaro, l’ex presidente della Pro loco. Ereditandone l’incarico, Vielmi ha promesso «il massimo impegno per continuare a essere un punto di riferimento per la valorizzazione del nostro paese e del territorio». Proseguendo, in cartellone trovano conferma le serate riservate alle associazioni, che di volta in volta gestiranno la piazza per autofinanziarsi e per presentare le rispettive attività. Sarà il voro Voci dalla Rocca, che festeggia quest’anno i 40 anni di vita, a esordire questa sera con la cena su un menù belga proposto in collaborazione con Coffee drinks food di Costa Volpino. Il gruppo presenterà anche la bottiglia commemorativa di Franciacorta in vendita a 13 euro. I prossimi appuntamenti in piazza con le associazioni? Domenica 5 l’oratorio San Valentino, poi la sezione Cai (venerdì 10), la sede di Breno della Croce rossa (l’11), i «pompier de Bré» (il 12), i «Pape» di Pescarzo (il 13) e l’Associazione pensionati (il 18). IL PALIO delle 8 casate? È una riedizione della gara di oltre vent’anni fa, e vedrà in lizza i rappresentanti autonominati di altrettante antiche famiglie nobili brenesi, i Ronchi, i Cattaneo, gli Alberzoni, i Griffi, i Federici, i Gheza, i Leoni e i Sigismondi: lotteranno in nove competizioni medievali per conquistare la mano della principessa Clotilde. Infine, in occasione del Ferragosto la Pro loco curerà anche le visite della torre Canevali del castello, ma anche del santuario di Minerva, del Museo camuno e di quello d’auto e moto d’epoca del «Nostalgia club». Per saperne di più 0364 22970 e www.prolocobreno.info. •

Luciano Ranzanici
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1