CHIUDI
CHIUDI
Seguici
Sezioni
Servizi
Cerca

18.02.2018

Grandi opere sotto la lente Il referendum è a un bivio

L’ipotesi si è trasformata in un percorso concreto, con l’avvio dell’iter che potrebbe sfociare, a Breno, in un referendum consultivo comunale che un comitato spontaneo composto da cittadini ha chiesto di allestire su quattro grandi temi: il no all’ascensore per il castello, il no all’insediamento di nuovi centri della media distribuzione nell’area commerciale, il no alla realizzazione della piscina nelle vicinanze del cimitero (i promotori ne contestano solo la localizzazione) e quello alla sistemazione di piazza Ronchi con la creazione di un parcheggio sotterraneo. Martedì alle 11, con una seduta pubblica nella sala consiliare si riunirà la commissione a tema costituita da un decreto del sindaco Sandro Farisoglio e formata dallo stesso primo cittadino, dal capogruppo di maggioranza Lino Giacomelli e da quelli di minoranza, Luca Salvetti per la Lega nord e Giampiero Pezzucchi per «Brenesi per Breno», dal segretario comunale Germano Pezzoni e dal responsabile del servizio elettorale, Sergio Vielmi. Verrà verificata l’ammissibilità dei quattro quesiti che formano la proposta referendaria, e l’eventuale parere favorevole sarà trasmesso agli interessati pochi giorni dopo. Se la domanda verrà accolta, anche grazie all’assenza di irregolarità nella procedura di formazione o di presentazione della richiesta e della documentazione (le regole sono dettate dal’articolo 16 del regolamento comunale in materia di referendum), i promotori daranno il via alla raccolta delle 500 firme necessarie per confermare la loro iniziativa. Tutto è nato dalle assemblee organizzate dal Meet Up Valle Camonica del Movimento 5 Stelle e in particolare da Sandro Simoncini, e del comitato fanno attualmente parte alcuni esponenti della società civile brenese: Giacomo Ducoli, Anna Melotti, Michela Pelamatti, Renato Poni, Fabrizio Putelli e Gian Luca Salvetti. •

L.RAN.
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento richiede l’utilizzo di un “cookie di dominio” secondo quanto indicato in Informazioni sulla Privacy del sito; l’invio del commento costituisce pertanto consenso informato allo scarico del cookie sul terminale utilizzato.

pagine 1 di 1