CHIUDI
CHIUDI
Seguici
Sezioni
Servizi
Cerca

17.02.2018

La memoria e la ricerca si incontrano a Breno

Una istantanea della premiazione brenese
Una istantanea della premiazione brenese

È stata una serata di premiazioni molto speciale quella ospitata giorni fa dal palazzo della Cultura di Breno. Le lacrime della figlia Elena, presente alla cerimonia con la sorella Laura e al responsabile del gruppo Avis di Breno, Mario Pedersoli, hanno diffuso un’onda di commozione nella piccola folla che si era raccolta nel contenitore brenese: sulla scena il ricordo (ampiamente positivo) che il dottor Lucio Marchi, scomparso quasi cinque anni fa, ha lasciato nella cittadina. UNA MEMORIA rilanciata con la terza edizione della borsa di studio quinquennale intitolata al direttore sanitario della sezione intercomunale dell’Avis: un riconoscimento voluto dalle figlie del medico e riservato agli studenti universitari brenesi iscritti alla facoltà di Medicina dal secondo anno in avanti. Stavolta l’assegno è andato a Michele Ducoli, studente del sesto anno. Nella stessa serata è stata anche inaugurata, nella saletta espositiva, la mostra dei lavori degli studenti dei licei artistici di Breno e Lovere coordinati dal pittore brenese Carlo Alberto Gobbetti, e il sindaco Sandro Farisoglio e la delegata all’Istruzione Susanna Melotti hanno premiato con borse di studio del Comune una trentina di ragazzi meritevoli fra i quali, con riconoscimento speciale, il 21enne brenese Christian Falocchi, medaglia d’argento ai campionati europei under 23 di salto in alto dello scorso anno, e la sedicenne (sempre brenese) Elisa Ducoli, decima dui 3.000 metri sempre agli europei tra gli under 20. C’è stato spazio anche per Raffaella Garlandi, che ha presentato il suo ultimo libro «In punta di zoccoli», e per Martina Salvetti, con la sua opera prima «La storia del secolo 1900/2000 e la mia vita vissuta nei fatti, personaggi, invenzioni e spettacoli». •

L.RAN.
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento richiede l’utilizzo di un “cookie di dominio” secondo quanto indicato in Informazioni sulla Privacy del sito; l’invio del commento costituisce pertanto consenso informato allo scarico del cookie sul terminale utilizzato.

pagine 1 di 1