CHIUDI
CHIUDI
Seguici
Sezioni
Servizi
Cerca

06.12.2017

La Pescarzo dei bimbi ha un avvenire sicuro

L’asilo di Pescarzo di Breno ampliato e addobbato per le festività
L’asilo di Pescarzo di Breno ampliato e addobbato per le festività

Era commossa Sabrina Pelamatti mentre nei giorni scorsi, insieme al il sindaco Sandro Farisoglio, inaugurava l’ampliamento della scuola materna di Pescarzo di Breno che aveva fortemente voluto. L’assessore ai Servizi sociali, nonché delegato alla piccola frazione, ha festeggiato la realizzazione di un progetto che coltivava da tempo: l’allargamento del secondo edificio che si incontra accedendo al paese, costruito negli anni ’60 per volontà dell’allora parroco don Federico Chiappini. L’ASILO, ora di proprietà comunale, è stato al centro di una operazione straordinaria al piano terra, che ora offre una stanza in più, mentre la cucina, a sua volta allargata e riattrezzata, è ora in grado di preparare un centinaio di pasti al giorno servendo così anche la vicina elementare. La realizzazione di un sopralzo del secondo piano del fabbricato con una copertura in legno lamellare ha poi permesso di ricavare una cameretta per il riposo dei bambini, i bagni attrezzati anche per i disabili, lo studio per le insegnanti e un ampio sottotetto adibito a salone per le attività dei piccoli. Per finire la scuola è stata interamente termoisolata, e ciò permetterà un notevole risparmio delle spese energetiche. L’ente locale ha investito oltre 220 mila euro per quest’opera e il sindaco ha parlato di «un lavoro funzionale non solo per migliorare la capacità ricettiva dell’asilo, ma anche a far restare a Pescarzo i bambini che si devono iscrivere alla scuola elementare, in modo da garantire futuro anche a questa struttura. Non si è trattato solamente del sopralzo di un piano, ma di un modo per offrire un servizio reale alle famiglie e per tenere vivo Pescarzo». Sabrina Pelamatti ha invece ringraziato «i tanti che si sono impegnati in questo progetto, a partire dalle maestre, che sono sempre molto attente, e fino ai genitori, che ci hanno aiutato a sistemare tutto prima del rientro dei bimbi. I piccoli non hanno perso un solo giorno di scuola, non ci sono stati problemi né con i pasti né con i trasporti e tutto questo per me è motivo di soddisfazione». • L.RAN.

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento richiede l’utilizzo di un “cookie di dominio” secondo quanto indicato in Informazioni sulla Privacy del sito; l’invio del commento costituisce pertanto consenso informato allo scarico del cookie sul terminale utilizzato.

pagine 1 di 1