CHIUDI
CHIUDI
Seguici
Sezioni
Servizi
Cerca

05.11.2017

Pro Familia, i 60 anni
si meritano una festa

La sede dell’Istituto «Pro Familia» di Breno
La sede dell’Istituto «Pro Familia» di Breno

Sessant’anni di attività sono un grande traguardo, e per rendere ancora più significativa la ricorrenza, per oggi l’Istituto Pro Familia di Breno ha organizzato un pomeriggio di riflessione e di festa nella chiesa di San Maurizio a partire dalle 16.

«Parole e musica» è il titolo dell’incontro che vedrà l’attore e regista bresciano Luciano Bertoli leggere alcuni brani sulla missione dell’istituto e del suo fondatore, don Gianbattista Zuaboni, scomparso da molti anni e oggi riconosciuto Servo di Dio, intervallati dai canti del coro gospel Hope Singers diretto da Alessandro Foresti.

PRO FAMILIA promuove scuole di vita familiare, percorsi di formazione per fidanzati e formazione permanente per coppie, incontri per adolescenti, per genitori e di spiritualità. La nascita della struttura brenese risale al 1957, quando due missionarie, Maria Baronchelli e Letizia Bertoloni, designate dalla sede centrale di Brescia dell’istituto salirono a Breno, accolte dall’arciprete d’allora, il futuro vescovo ausiliare Pietro Gazzoli.

Le due donne furono in seguito autentiche protagoniste nell’ambito della pastorale familiare e dell’educazione della gioventù sul territorio e se Maria Baronchelli, originaria di Manerbio, è scomparsa quattro anni fa, Letizia Bertoloni continua ancora oggi la sua lunga missione ignorando gli acciacchi e l’età avanzata. È infatti lei che promuove gli incontri per gli sposi, la preparazione dei fidanzati alla vita matrimoniale, le scuole di vita familiare per gli adolescenti, i corsi e gli incontri per i genitori e per i nonni che si trovano quotidianamente ad affrontare problemi educativi.

Sono queste le proposte specifiche del Pro Familia, alle quali vanno aggiunte anche altre iniziative nel settore educativo e scolastico che hanno visto Maria Baronchelli e Letizia Bertoloni (due autentiche istituzioni di questo ente di promozione sociale) impegnate nell’organizzazione di corsi preparatori che hanno poi favorito negli anni ’60 l’avvio in valle dei primi indirizzi di formazione professionale.L.RAN.

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento richiede l’utilizzo di un “cookie di dominio” secondo quanto indicato nella Privacy Policy del sito; l’invio del commento costituisce pertanto consenso informato allo scarico del cookie sul terminale utilizzato.

pagine 1 di 1