CHIUDI
CHIUDI
Seguici
Sezioni
Servizi
Cerca

30.01.2018

Taglio e piega, in fila per l’Omg

Luigi Vangelisti all’opera
Luigi Vangelisti all’opera

È stato un contributo importante quello dato dai brenesi alla campagna «Un taglio di capelli per i poveri del Perù»: la tappa camuna dell’iniziativa umanitaria quasi ventennale inventata dal bresciano Beppe Castelli, titolare di un negozio di acconciature femminili al Villaggio Prealpino, ha fatto il pieno a beneficio dell’Operazione Mato Grosso. Grazie a un gruppo di colleghi provenienti anche da fuori regione, i quali non hanno ricevuto nessun compenso per le loro prestazioni (a Breno c’erano parrucchieri di Bergamo Mantova, Como, Rovigo e naturalmente Brescia), e tra i quali c’era anche Clara Maestri, che con la sorella Manuela esercita la stessa attività in città e che è un perno dell’organizzazione, domenica per l’intera giornata una settantina di persone - donne, uomini e bambini - si sono sottoposte a taglio e piega a offerta libera. A ospitare i parrucchieri, che si sono portati tutto il necessario (mentre le forniture dei prodotti sono avvenute gratuitamente da parte delle aziende di settore), è stato Luigi Vangelisti, titolare del salone di via XXVIII Aprile. L’iniziativa ha suscitato appunto un notevole interesse e una altrettanto significativa partecipazione, e alla fine i promotori hanno potuto consegnare a Dario Chiminelli 2.300 euro che verranno destinati alle missioni dell’Omg (l’organizzazione fondata mezzo secolo fa dal salesiano valtellinese padre Ugo De Censi) in Perù. Chiminelli, un 43enne di Montecchio, da 18 anni è impegnato nel volontariato dell’Omg, e lavora nella missione del distretto di Jangas, nella regione di Ancash, una delle zone più povere della Cordigliera delle Ande. Beppe Castelli, Clara Maestri e Luigi Vangelisti hanno organizzato questa nuova iniziativa di solidarietà in pochissimi giorni, e anche questa volta sono riusciti a sensibilizzare senza fatica i loro colleghi provenienti non solo dalla Lombardia. L’attività comunque non si ferma, perché gli acconciatori hanno già programmato altri appuntamenti mensili, sempre sotto l’insegna di «Un taglio di capelli per i poveri del Perù», e una tappa del tour umanitario interesserà anche Brescia. • L.RAN.

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento richiede l’utilizzo di un “cookie di dominio” secondo quanto indicato in Informazioni sulla Privacy del sito; l’invio del commento costituisce pertanto consenso informato allo scarico del cookie sul terminale utilizzato.

pagine 1 di 1