CHIUDI
CHIUDI
Seguici
Sezioni
Servizi
Cerca

16.02.2018

Volontari del sangue L’Avis più grande continua a crescere

Novecento soci attivi (erano 867 nel 2016), 1.953 donazioni (1.946 due anni fa), un indice di donazione del 2,21% (2,20%) e 59 nuovi volontari del sangue abilitati: sono i numeri della sezione intercomunale di Breno dell’Avis (la più «popolosa» delle sette della Valcamonica) riassunti dal neo presidente Giuseppe Gasparini durante l’assemblea ospitata dal Centro San Siro. Per questa preziosa realtà umanitaria, quello appena trascorso è stato un anno all’insegna della tenuta, con impercettibili miglioramenti complessivi, anche se non sono mancate le defezioni: «Ancora molti, anzi troppi donatori prenotati non si sono presentati all’appuntamento - ha sottolineato Gasparini -. Secondo le statistiche, ben 290 non si sono fatti vedere senza avvisare il Centro trasfusionale». Poi però il presidente è passato a indicare le positività della sezione, perché le cifre, anche se di poco, sono aumentate, e ha rivolto un invito ai giovani perché si avvicinino all’Avis: «Spesso non pensano che hanno nel proprio corpo un farmaco chiamato sangue che può contribuire gratuitamente a salvare una vita. La nostra missione è cercare, incoraggiare e propagandare per acquisire nuovi volontari». LA SEZIONE intercomunale conta 17 gruppi che dal 1963, anno di costituzione, al 31 dicembre scorso hanno garantito 72.046 donazioni, oltre a 5.889 trasferite ad altre sedi, per un totale di 77.935. La parte del leone l’ha fatta ancora una volta il gruppo di Bienno (350 offerte lo scorso anno), contro le 272 di Breno e le 151 di Cividate. Il gruppo di Ceto, coordinato proprio da Gasparini, ha fatto segnare il più elevato indice di donazione (2,49%) meglio di Bienno (2,47%) e di Cerveno (2,40%). Al più importante momento associativo della sezione hanno preso parte Marcello Ravani, responsabile di zona e consigliere regionale, il segretario regionale Luigi Spada e quelli provinciali Angiolino Rizzardi e Luigi Bernardi. •

L.RAN.
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento richiede l’utilizzo di un “cookie di dominio” secondo quanto indicato nella Privacy Policy del sito; l’invio del commento costituisce pertanto consenso informato allo scarico del cookie sul terminale utilizzato.

pagine 1 di 1