CHIUDI
CHIUDI
Seguici
Sezioni
Servizi
Cerca

04.02.2018

C’è un eroe dimenticato della guerra in Adamello

Il bozzetto della scultura dedicata ai muli della Guerra bianca
Il bozzetto della scultura dedicata ai muli della Guerra bianca

Il progetto si trova ancora in una fase embrionale, ma il designer Claudio Cominelli e l’architetto Sandro Simoncini, il primo di Darfo e il secondo di Berzo Demo, sperano di realizzarlo nell’ambito delle celebrazioni per la conclusione della Prima guerra mondiale. Sul tavolo, nella forma di un modellino da ampliare molto, c’è la bozza di una scultura in ferro, che sarà alta da tre a cinque metri, dedicata a un protagonista suo malgrado della Guerra bianca in Adamello: il mulo, o meglio le centinaia di muli che trasportarono in quota armi ed equipaggiamenti. PER REALIZZARE questo progetto, Cominelli e Simoncini vogliono partire dal basso, costituendo il «Comitato pro el mul de Cominel» che sarà chiamato a curare l’iniziativa. Per ora il designer ha già predisposto il prototipo in scala della scultura raffigurante l’animale e con Simoncini fa affidamento sulla partecipazione e la collaborazione dei camuni. I costi sono contenuti poiché si tratta di investire circa 3000 euro sulla statua di un mulo che, orgoglioso, come lo rappresenta Cominelli, si impunta per liberarsi. Simoncini è stato subito affascinato dal progetto, tanto da essersi appunto dato da fare per la costituzione del comitato, ritenendo che l’omaggio agli animali che hanno percorso i sentieri dell’Adamello sia un doveroso grazie alla sofferenza, alla fatica e al freddo sopportati non solo dagli alpini un secolo fa. I contenuti tecnici? «Sarà una scultura in lastre di ferro da assemblare sul posto (un posto non ancora individuato, anche se i promotori sognano una cresta) con i bulloni - spiega il progettista -: un materiale che si arrugginirà integrandosi negli anni con l’ambiente. Non sarà certamente un’opera strettamente figurativa. Non mancano altri esempi di monumenti al mulo in guerra, ma il mio è diverso: se ne sta lì, impuntato su roccia e ghiaccio, sfida la neve e i fulmini, destrutturato e dinamico come un quadrupede futurista». • L.RAN.

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1