CHIUDI
CHIUDI
Seguici
Sezioni
Servizi
Cerca

27.12.2017

Darfo, idee contro la violenza

Lo Sportello anti violenza
Lo Sportello anti violenza

È attivo dal 2014 ma ancora non ha un logo, un marchio che lo renda immediatamente riconoscibile. Così il Centro antiviolenza di Darfo, attraverso un bando, sta andando in cerca di un simbolo: l’invito a presentare proposte è rivolto a tutti gli abitanti della Valcamonica, senza distinzione di età, origine o genere, e c’è la possibilità di partecipare in gruppo; anche per le scuole. La richiesta è quella di presentare lavori originali e inediti in forma cartacea entro e non oltre il 5 gennaio, insieme alla compilazione della domanda di partecipazione al concorso. Sarà poi una giuria di esperti a giudicare gli elaborati, insieme a una popolare che potrà esprimersi in occasione dell’esposizione al pubblico, a Darfo, a Breno e Edolo, delle opere. «È l’occasione per poter compiere una riflessione su questo delicato tema contestualizzato al territorio - commenta la coordinatrice dei progetti contro la violenza sulle donne Anna Zinelli -. Il nostro non vuole solo essere uno spazio cui rivolgersi in caso di sofferenza: vuole essere un contenitore per lo sviluppo della conoscenza, della consapevolezza e delle potenzialità delle donne. Per questo vorremmo poter avvicinare tutte le appartenenti a questo mondo, perchè possano contribuire a un cambio culturale portando la loro energia e la loro forza». Lo sportello, oggi gestito dall’associazione «Terre unite», è ormai radicato sul territorio, e da quando è decollato ha accolto circa 120 persone in difficoltà. «Il logo vuole essere la sintesi di una presenza sul territorio che va consolidandosi», aggiunge Doralice Piccinelli, assessore alle Politiche sociali del Comune di Darfo, l’ente capofila e promotore della struttura. Attualmente animato da due operatrici antiviolenza, due psicologhe e tre avvocatesse specializzate, affiancate nell’accoglienza da quindici volontarie riconosciute dalla Regione e che hanno seguito un percorso di preparazione e formazione la passata primavera, oggi questo luogo ha appunto bisogno di essere meglio riconoscibile. Come ogni concorso di idee che si rispetti, anche quello aperto a Darfo prevede dei riconoscimenti. Al vincitore unico sarà assegnato un buono per l’acquisto di libri del valore di cento euro, mentre a tutti i partecipanti sarà consegnato un attestato. • C.VEN.

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1