CHIUDI
CHIUDI
Seguici
Sezioni
Servizi
Cerca

23.09.2017

La Madonna degli Alpini invita
alla grande festa delle corali

L’interno restaurato della chiesa della Madonna degli Alpini di Boario
L’interno restaurato della chiesa della Madonna degli Alpini di Boario

Il conosciutissimo edificio religioso della bassa valle era tornato nel pieno delle sue funzioni già quest’estate, ma a completare il ritorno sulla scena mancava una vera cerimonia di inaugurazione che è stata fissata in calendario per quest’oggi, quando il tempio della Madonna degli Alpini di Boario farà da quinta suggestiva all’esibizione della la corale «Le tre valli», una «associazione temporanea di cori» decisa per questa occasione molto speciale e che raggrupperà le formazioni «Maria Madre della Misericordia» della Valtrompia, «San Giorgio» della Valsabbia e il coro Ana della Valcamonica.

LA SERATA di festa e di fede inizierà alle 20.30 e l’ingresso sarà libero, anche se la cassa delle donazioni resterà aperta per chiunque vorra dare una mano a pagare i lavori straordinari che hanno interessato la parrocchiale della cittadina termale.

Finita sotto i ferri lo scorso anno stravolgendo la vita parrocchiale, la chiesa cara alle penne nere e a tante altre associazioni del territorio oggi si presenta come nuova: nuova è la copertura che aveva lasciato spazio a numerose infiltrazioni; nuova e pulita la facciata da cui per l’occasione era stata rimossa anche la grande statua della Madonna; tutti nuovi gli intonaci interni e quasi nuovo il mosaico che è stato ripristinato dalla mano attenta dei restauratori.

GRANDI lavori che hanno impegnato la parrocchia per un milione di euro, ma anche le associazioni camune che abitualmente usano la chiesa come appoggio per le cerimonie erano state chiamate a fare la loro parte. I costi sono lievitati in corso d’opera per realizzare un restauro che proteggesse la chiesa per i prossimi decenni, e adesso all’orizzonte c’è già un nuovo impegnativo progetto: quello per la sistemazione del campanile.

Costruito nel 1999 è molto più recente del santuario posto nel cuore di Boario, ma dopo di allora non ha più subito restauri: «Sarebbe ora di un primo sommario intervento - aveva ricordato alla chiusura dei lavori il direttore che li ha seguiti, l’ingegner Riccardo Mariolini -, prima che i problemi diventino grandi e richiedano uno sforzo economico molto più importante». Intanto chiesa e fedeli si godono il primo step che ha restituito la struttura cara alla comunità di Darfo e a tutta la Valcamonica; anche grazie al concerto inaugurale programmato per questa sera.

Claudia Venturelli
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento richiede l’utilizzo di un “cookie di dominio” secondo quanto indicato nella Privacy Policy del sito; l’invio del commento costituisce pertanto consenso informato allo scarico del cookie sul terminale utilizzato.

pagine 1 di 1