Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Chiudendo questo banner o scorrendo questa pagina acconsenti all'uso dei cookie.
giovedì, 20 settembre 2018

Ladri senza cuore,
nel mirino il bus
dei disabili

I ladri hanno sfondato il finestrino di un’auto della cooperativa (BATCH)

È stato un rientro amarissimo da una gita sul lago d’Iseo quello vissuto venerdì da alcuni utenti della cooperativa «Azzurra» di Darfo e dalle loro educatrici. Prima tappa Paratico, poi durante il ritorno lungo la litoranea la sosta al «Bögn» di Riva di Solto per spezzare il viaggio.

Infine l’arrivo al minibus parcheggiato, davvero triste: «Abbiamo trovato due finestrini rotti - hanno fatto sapere dalla cooperativa - e dall’interno del mezzo erano sparite due borse che contenevano alcuni effetti personali di altrettanti ragazzi».

«Un episodio riprovevole - ha commentato il presidente della coop Michele Gasparetti - ai danni di persone disabili e fragili. Un danno, nonché una sensazione di paura e insicurezza che destabilizza la serenità fondamentale nel progetto di vita dei nostri utenti». Gli assistiti erano scesi dal mezzo per fare due passi in riva al lago, poi il cielo è diventato scuro per un temporale in arrivo costringendo al dietrofront il gruppo che, arrivato al parcheggio, si è trovato di fronte agli effetti dell’azione di piccoli malviventi i quali non si sono preoccupati del soggetto preso di mira. C.VEN.