CHIUDI
CHIUDI
Seguici
Sezioni
Servizi
Cerca

13.12.2017

Travolta dalla sua auto lasciata ferma in sosta senza il freno a mano

Il luogo teatro dell’incidente a Fucine di Darfo
Il luogo teatro dell’incidente a Fucine di Darfo

Sembra che ci sia solo la distrazione, l’imprudenza, all’origine dell’incredibile e serissimo incidente stradale avvenuto nel tardo pomeriggio di ieri a Fucine di Darfo. La donna protagonista era appena rientrata a casa e pare avesse appena lasciato la sua automobile e iniziato a camminare nel vialetto in leggera pendenza; forse per raggiungere il cancello da chiudere. All’improvviso la sua auto, una «Jeep», lasciata probabilmente in sosta senza il freno a mano tirato, le è piombata addosso travolgendola e schiacciandola contro il muro. Non è la prima volta che succede, e anche ieri un gesto banale, fatto e rifatto tutti i giorni, ha avuto un esito ben diverso. Ieri qualcosa è andato decisamente storto attorno alle 17.30 nella frazione darfense. Teatro dall’episodio la località dosso Ravizza dove Elisa Gierotto, maestra d’asilo di 34 anni, vive con la famiglia. È stato il marito, aiutato dal padre della 34enne, a liberarla con uno sforzo immane dal peso morto della vettura, e quindi a chiamare il numero unico 112 per i soccorsi. Sarà la Polizia stradale di Darfo a ricostruire con esattezza cosa sia successo, e ieri sera erano al vaglio diverse possibili cause dell’incidente; compreso forse un cattivo funzionamento dell’impianto frenante. In attesa di una ricostruzione che faccia chiarezza si guarda alle condizioni, davvero critiche, della donna: una insegnante ben conosciuta in paese che dopo i primi soccorsi sul posto è stata trasportata nell’ospedale di Esine a bordo dell’ambulanza di Camunia soccorso. UNA SITUAZIONE tanto critica da spingere i medici del servizio urgenze di Esine a disporre l’immediato trasferimento, a bordo dell’eliambulanza di Brescia adibita al volo notturno, all’ospedale civile del capoluogo, dove la ferita è stata presa in consegna dai medici del pronto soccorso. Svenuta a causa del peso che l’ha travolta, la 34enne non ha mai ripreso conoscenza e i traumi riportati soprattutto al torace diagnosticati dal medico del 118 sono gravissimi. Sul posto si sono portati anche i vigili del fuoco di Darfo che hanno messo in sicurezza la zona per le operazioni di soccorso; immediate anche grazie all’auto medica. Un incidente banale, non il primo in Valcamonica: solo due anni fa, a causa di un episodio con la stessa dinamica aveva perso la vita Barbara Pellegrinelli di Piamborno. C.VEN.

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1