CHIUDI
CHIUDI
Seguici
Sezioni
Servizi
Cerca

18.08.2015

Un abbraccio internazionale sotto le insegne dell'artiglieria

Gli artiglieri invaderanno pacificamente Darfo Boario Terme
Gli artiglieri invaderanno pacificamente Darfo Boario Terme

Il 2014 era andato in archivio registrando la parentesi prestigiosa della prima adunata sezionale degli alpini; ma per l'anno prossimo, sempre all'insegna delle divise e delle stellette, oltre che della memoria, il cartellone di Darfo Boario riserva un appuntamento davvero eccezionale: la città accoglierà migliaia di artiglieri in servizio e in congedo in occasione del XXIX Raduno nazionale del corpo.L'ASSOCIAZIONE d'arma ha scelto la località termale come base per le celebrazioni del maggio 2016, fissate dal 5 all'8, per seguire da un lato la scia del ricordo degli avvenimenti della Prima guerra mondiale che investirono anche il fronte dell'Adamello, e dall'altro per diffondere tra i giovani il senso di appartenenza e dello Stato e l'amore per la propria Patria. Sarà insomma anche una occasione per riallacciare il rapporto tra cittadini ed esercito; oltre che naturalmente per rendere omaggio ai tanti che su queste montagne sono caduti per dare forma all'Italia di oggi. Il programma di massima prevede quattro giorni intensi tra storia e memoria per i quali l'organizzazione è al lavoro da tempo; e Darfo sarà sicuramente pronta per l'occasione. Calorosa con gli alpini in ogni occasione, non mancherà di dimostrare vicinanza anche agli artiglieri che arriveranno in valle dopo la tappa di Prato nel maggio del 2013. Sarà in realtà un raduno internazionale, che per la città sarà anche un'occasione di valorizzazione su vasta scala: oltre all'auspicata presenza della sezione A.N.Art.I. di Melbourne (Australia), potrebbero in effetti arrivare nella bassa Valcamonica anche i rappresentanti francesi della Fédéeration nationale de l'artillerie e quelli austriaci, un tempo avversari, oggi fratelli nel ricordo di quanti sono caduti. Il programma di massima è già stato stilato, e prevede per giovedì 5 maggio la consegna al sindaco della città del medagliere dell'artiglieria che simboleggia la storia e il valore dell'«Arma dotta»; venerdì la deposizione di una corona al sacrario del passo del Tonale e la visita al museo della Guerra bianca di Temù prima della serata musicale prevista nelle Terme. Sabato il raduno entrerà nella fase clou con l'alzabandiera e la messa, mentre per domenica nello stadio comunale è prevista la cerimonia solenne a cui seguiranno la sfilata per le vie cittadine e, solo nel tardo pomeriggio, l'ammainabandiera. Intanto si scaldano i motori e l'associazione ha composto l'organigramma del comitato esecutivo che sarà presieduto da Giordano Pochintesta in qualità di delegato regionale per la Lombardia. o

Claudia Venturelli
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento richiede l’utilizzo di un “cookie di dominio” secondo quanto indicato in Informazioni sulla Privacy del sito; l’invio del commento costituisce pertanto consenso informato allo scarico del cookie sul terminale utilizzato.

pagine 1 di 1