Questo sito web utilizza i cookie anche di profilazione al fine di migliorarne la fruibilità. Continuando ad usufruire di questo sito, l'utente acconsente ed accetta l'uso dei cookie. Informazioni
lunedì, 18 dicembre 2017

Una pista da eventi in tricolore
per lanciare Darfo nell’atletica

La pista di atletica rinnovata dello stadio comunale di Darfo (BATCH)

Bella e nuova dentro e fuori. Dopo i lavori che hanno sistemato parcheggi e accessi, lo stadio di Darfo, in via Rigamonti, è pronto per inaugurare anche la nuova pista di atletica. Il taglio del nastro è fissato per sabato alle 15 alla presenza dell’amministrazione comunale, dei presidenti della Provincia, Pierluigi Mottinelli, della Comunità montana, Oliviero Valzelli, e della Fidal Brescia Giovanni Mauri. Ma ci saranno anche atleti di livello internazionale, perchè contestualmente la pista riqualificata seguendo le linee della Federazione italiana di atletica leggera ospiterà una due giorni di sport programmata in occasione della mezza maratona «Io21zero97».

LA RIQUALIFICAZIONE è stata decisa per dare concretezza all’idea di «Darfo città della salute e del benessere» della giunta Mondini, che punta non solo al turismo termale, ma anche a quello sportivo, «che ha già dimostrato di essere benefico per la nostra città - ricorda Katia Bonetti, neo assessore allo Sport -, sia per l’eco sui media, sia per il numero delle presenze. A questo si unisce l’influenza positiva sui nostri giovani, stimolati a praticare sempre nuove discipline».

«La nostra città ha una forte vocazione legata al turismo del benessere e della salute - afferma il sindaco Ezio Mondini-. Oggi però il binomio terme salute non basta, il pubblico rivolge grande attenzione allo sport ed è per questo che noi abbiamo deciso una serie di interventi per promuovere in maniera sempre più strutturata e programmata una proposta agonistica di livello nazionale».

CON QUESTA nuova pista Darfo si candida appunto a ospitare gare di livello tricolore. I lavori hanno interessato il cordolo e la canaletta interna dell’anello, la pedana di salto in alto, gli impianti di salto in lungo e la fossa dei 3.000 siepi, mentre la pista di salto in alto è stata allungata con una nuova zona di caduta e appoggio materasso. Infine c’è una nuova gabbia anche per il lancio del disco, e pure le pedane per i lanci sono state sistemate ed è stato completamente rinnovato il manto sintetico.