CHIUDI
CHIUDI
Seguici
Sezioni
Servizi
Cerca

11.06.2017

Alla Malga di Mezzo
c’è un rifugio rinnovato
che nessuno vuole aprire

Il rifugio Malga di Mezzo è una proprietà del Comune di Edolo
Il rifugio Malga di Mezzo è una proprietà del Comune di Edolo

Archiviate le pratiche Aviolo, rimasto per così dire in famiglia (il Cai l’ha praticamente subaffittato a persone vicine al precedente gestore), e Malga Stain (ne parliamo nel servizio a fianco), a Edolo restavano aperte le partite di Malga Mola bassa e Malga di Mezzo, altri due rifugi montani di proprietà comunale.

Partiamo da Malga Mola la cui riqualificazione è stata da poco completata: la gara è andata deserta per ben tre volte. Infine, una decina di giorni fa, si è fatta avanti la moglie di un consigliere comunale che ha accettato il gravoso compito di avviare l’attività ricettiva.

PERCHÉ praticamente nessuno la voleva, chiediamo al sindaco Luca Masneri? «Probabilmente molti erano spaventati dall’ingente investimento iniziale (oltre 100 mila euro solo per arredare i locali) - risponde - e dal fatto che la struttura può essere sì operativa dodici mesi all’anno, ma per questo richiede spese importanti».

Un capitolo a parte lo meritano le strutture della Malga di Mezzo ai laghi d’Avio, proprio di fronte alla parete Nord dell’Adamello. Qualche anno fa anche questi due immobili sono stati completamente rinnovati. Purtroppo però non è stato manifestato il minimo interesse per l’apertura, e il rifugio rischia perciò di tramutarsi nell’ennesima cattedrale nel deserto.

«Un investimento sbagliato e fatto nel posto sbagliato - taglia corto Masneri - utilizzando tanto denaro pubblico. L’operazione andava valutata meglio e sicuramente non realizzata in questo modo. Comunque sia, adesso ci concentreremo su questo problema, faremo una serie di passaggi formali - conclude il primo cittadino -, cercando anche dei partner istituzionali, come per esempio le sezione del Cai del territorio o altre associazioni, nella speranza di trovare delle collaborazioni addirittura senza che il Comune tragga profitto da questo rifugio: ci interessa esclusivamente che venga finalmente aperto».

Sul territorio comunale c’è anche l’osservatorio faunistico all’Aviolo, la cui convenzione col Parco dell’Adamello è scaduta e in municipio stanno lavorando per poterla rinnovare presto. L.FEBB.

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento richiede l’utilizzo di un “cookie di dominio” secondo quanto indicato nella Privacy Policy del sito; l’invio del commento costituisce pertanto consenso informato allo scarico del cookie sul terminale utilizzato.

pagine 1 di 1