CHIUDI
CHIUDI
Seguici
Sezioni
Servizi
Cerca

06.12.2017

Profumo di pane Nel centro storico continua una saga

Stefania Rodondi al banco della forneria appena rinata
Stefania Rodondi al banco della forneria appena rinata

Nell’era in cui (purtroppo) supermercati e ipermercati dominano la scena a discapito dei piccoli negozi di vicinato e, nel nostro caso, il pane viene prodotto industrialmente da semilavorati, due giovani di Corteno Golgi, Stefania Rodondi e Castel Neacsun (quest’ultimo originario della Romania), moglie e marito che circa due anni fa hanno messo al mondo una vivace bambina bionda, hanno deciso di tentare l’avventura: hanno riaperto una storica forneria nel centro storico di Edolo chiusa da sei mesi dopo l’improvvisa morte del precedente proprietario. Così da un paio di giorni il forno di via Cesare Battisti è stato riacceso e i due coniugi, i quali dopo aver affidato la figlioletta ai nonni materni partono alla mezzanotte dal paese che ha dato i natali al premio Nobel Camillo Golgi per iniziare a impastare i loro prodotti artigianali, da martedì offrono alla clientela una ventina di tipologie di pagnotte, focacce, pizze e brioches. • L.FEBB.

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento richiede l’utilizzo di un “cookie di dominio” secondo quanto indicato in Informazioni sulla Privacy del sito; l’invio del commento costituisce pertanto consenso informato allo scarico del cookie sul terminale utilizzato.

pagine 1 di 1