CHIUDI
CHIUDI
Seguici
Sezioni
Servizi
Cerca

12.05.2017

Sport, arredi urbani e strade:
a Edolo scocca l’ora dei cantieri

In dirittura d’arrivo il lifting sulla   scuola dell’infanzia I lavori preliminari  avviati nella zona di  via Gelpi a Edolo
In dirittura d’arrivo il lifting sulla scuola dell’infanzia I lavori preliminari avviati nella zona di via Gelpi a Edolo

La fase di studio e programmazione è durata tre anni (lo ha ricordato più volte il primo cittadino durante gli ultimi consigli comunali), e adesso, a Edolo la stagione dei cantieri è iniziata per davvero, e concretizzerà entro la prossima primavera gran parte dei sogni dell’amministrazione comunale in materia di opere pubbliche.

La più corposa e onerosa si riferisce alla riqualificazione dell’area del centro tennis di via Gelpi (compreso un lungo marciapiede), il cui primo lotto (un secondo finalizzato all’ampliamento dello spazio verde fino alla sponda orografica destra dell’Oglio è in arrivo) pari a un importo complessivo di un milione e centomila euro tra base d’asta e migliorie suggerite dall’impresa vincitrice dell’appalto, ha preso il via l’altro ieri con il taglio degli alberi da parte del Consorzio forestale alta Vallecamonica.

Al posto dell’attuale piccola struttura prefabbricata sorgerà un moderno edificio (club house, bar, spogliatoi, locali tecnici), i due campi in terra rossa saranno rinnovati, sarà posato un nuovo impianto di illuminazione e verranno riordinati il parco e l’arredo dell’area poche decine di metri dall’ospedale e dal centro. «Un’opera che i progettisti - spiega il sindaco Luca Masneri - hanno immaginato in un’ottica di grande modernità e di grande disponibilità in termini di servizi».

Ovviamente inagibili per lavori gli storici campi: fino all’estate del 2018 gli appassionati potranno utilizzare quello coperto a fianco della piscina, all’esterno del quale ne sarà realizzato uno provvisorio.

E veniamo a piazza Garibaldi, anche questa destinata a cambiare volto grazie a un intervento da circa 400 mila euro. «Oggi questo è un luogo incompiuto - sottolinea Masneri - dopo i lavori diventerà una piazza a tutti gli effetti. La viabilità di via Rassiche sarà messa in sicurezza istituendo il senso unico di marcia, regolarizzando i parcheggi che al momento sono tutti abusivi e sostituendo l’asfalto con pavimentazioni in granito, con un arredo urbano di grandissima qualità».

PER SISTEMARE e mettere in sicurezza via Scaione (zona di Mù), l’altro intervento pronto a decollare, serviranno 180 mila euro che verranno impiegati per allargare il sedime stradale, costruire muri di sostegno, sistemi di raccolta delle acque meteoriche e posare l’illuminazione.

Nel cassetto ci sono poi l’appalto (entro un paio di settimane) per la costruzione dell’asilo nido a fianco della scuola dell’infanzia, il cui secondo lotto di riqualificazione è stato completato da pochi giorni (per 450 mila euro), del centro di riutilizzo dell’isola ecologica, dell’area di sosta sopra Mù e per l’allargamento di un tratto di via Togni.

Lino Febbrari
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento richiede l’utilizzo di un “cookie di dominio” secondo quanto indicato nella Privacy Policy del sito; l’invio del commento costituisce pertanto consenso informato allo scarico del cookie sul terminale utilizzato.

pagine 1 di 1