CHIUDI
CHIUDI
Seguici
Sezioni
Servizi
Cerca

09.12.2017

Viabilità, Mù ha «ritrovato» la tangenziale

Un tratto di via Scaione di Edolo appena rimesso a nuovoLa  bretella  dirotterà il traffico  pesante fuori dall’abitato di   Mù
Un tratto di via Scaione di Edolo appena rimesso a nuovoLa bretella dirotterà il traffico pesante fuori dall’abitato di Mù

Lino Febbrari La fine dell’anno e una semplice cerimonia inaugurale, chiusa con la benedizione impartita dall’arciprete don Giacomo Zani, hanno portato in dote un importante «ritorno» viabilistico in alta Valcamonica: la riapertura di via Scaione di Edolo. SI TRATTA della bretella di circa un chilometro che praticamente aggira l’abitato di Mù, utilizzata in particolare dai residenti e dai mezzi pesanti impossibilitati a transitare nel centro del borgo. I lavori, che hanno visto il rifacimento dei muri di sostegno e l’allargamento della carreggiata per un tratto di circa 200 metri, erano stati avviati all’inizio dell’estate e si sono conclusi con la posa del nuovo manto d’asfalto. «Per la concretizzazione di quest’opera - ricorda il sindaco Luca Masneri - dobbiamo dire grazie alla disponibilità del compianto amico Mario Serini, il quale ha donato parte del suo terreno al Comune. Finalmente siamo riusciti a portare a termine un intervento che ha riguardato un tracciato a rischio; soprattutto durante la stagione invernale». Archiviato il primo lotto, l’amministrazione civica edolese sta valutando come procedere per rimettere a nuovo gli altri 800 metri di via Scaione. «Con i proprietari delle aree a monte ci siamo dati appuntamento per condividere con loro le opere di sistemazione a messa in sicurezza da progettare - spiega Masneri -. Ci sono molti muri a secco che rischiano di crollare, e che quindi sono da sistemare. Il nostro intento è quello di procedere rapidamente alla messa in sicurezza e sono contento che i padroni dei fondi abbiano già manifestato la loro disponibilità a collaborare con il Comune». Nella storica frazione di Mù (fino all’epoca fascista Comune autonomo) sono previsti a breve anche due interventi relativi a nuovi parcheggi: «Il progetto della nuova piazza da costruire a circa metà frazione è pronto. Questo piano prevede pure dieci nuovi spazi di sosta - conclude il primo cittadino edolese -. Poi stiamo completato la progettazione di Sonvico, dove grazie a una variante del Pgt andremo a realizzare un discreto numero di posti auto». •

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1