Questo sito web utilizza i cookie anche di profilazione al fine di migliorarne la fruibilità. Continuando ad usufruire di questo sito, l'utente acconsente ed accetta l'uso dei cookie. Informazioni
lunedì, 16 ottobre 2017

Foto d’arte sfregiate
Lo sdegno dell’ospedale

C’erano Fulvia Glisenti, presidente dell’Andos (l’Associazione donne operate al seno), il direttore generale dell’Asst Valle Camonica Raffaello Stradoni e Silvia Brasa, direttore medico del presidio di Esine, a ribadire ieri lo sdegno per il gesto vandalico compiuto nei giorni nell’ospedale esinese.

Qualcuno aveva preso di mira, sfregiandole, le foto raffiguranti donne di colore appese lungo il corridoio del reparto di Chirurgia per la mostra «Sguardi»: adesso le tre immagini danneggiate sono in fase di restauro, e in attesa di rivederle l’Andos ha collocato al loro posto la scritta «No alla violenza sulle donne».

«Le foto sono state rovinate da una mano vandalica che non ha saputo apprezzare la bellezza presente in ogni donna - ha commentato Fulvia Glisenti -. Noi non facciamo differenze fra donna e donna e siamo sempre a disposizione perché tutte indistintamente hanno diritti precisi, oltre che una propria dignità e noi forniamo loro in egual misura la nostra assistenza e i nostri servizi». L.RAN.