CHIUDI
CHIUDI

15.03.2019

Guardrail «maggiorati» Quasi pronto il progetto per l’asfalto perduto

I guardrail contestati installati sulla superstrada 42
I guardrail contestati installati sulla superstrada 42

Che fine ha fatto il dibattito-scontro sui super guardrail installati dall’Anas su un tratto della superstrada 42? Se qualcuno pensa che la questione sia finita su un binario morto si dovrà ricredere. Magari non prestissimo ma si ricrederà. Non è in effetti stato fatto ancora niente sulla strada perché i tempi di progettazione e gli appalti, si sa, sono lunghissimi, ma nelle stanze nelle quali si gestisce anche la viabilità camuna sarebbe alle battute finali il progetto per compensare i problemi creati. PREVEDE un allargamento della sede stradale per recuperare la famosa banchina venuta a mancare con il posizionamento, nel rettilineo tra l’area di sosta e lo svincolo di Esine, delle mastodontiche barriere che a detta di molti deturpano il paesaggio e che per altri sono addirittura pericolose, nonostante l’Anas le abbia brevettate per la sicurezza dei motociclisti. Il primo a sollevare il problema er stato il sindaco di Breno Sandro Farisoglio, ed è sempre lui che ancora oggi segue da vicino lo sviluppo della vicenda: «Durante l’ultimo incontro con l’Anas - ha detto Farisoglio -, l’azienda ci ha rassicurato. Il progetto rientra in un accordo quadro che a breve vedrà la luce». L’azienda non si è dimenticata della bagarre che era seguita all’installazione delle barriere, e nemmeno dello stop imposto dal prefetto di Brescia che aveva impedito che la posa procede in direzione di Breno. Ne erano seguiti incontri e scontri fino a quando i promotori delle nuove protezioni si sono decisi a valutare due ipotesi. ALLA FINE l’Anas ha scelto quella più lunga e costosa, che prevede di ampliare la piattaforma stradale recuperando la famosa banchina (attualmente ridotta e di molto) bocciando invece la sostituzione dei nuovi guardrail, che sarebbe risultata più snella ed economica, con altri che occupano meno spazio. Come detto il progetto è in dirittura d’arrivo e a breve verrà presentato, ma di tempi certi per la realizzazione non si parla ancora. Quel che è certo è che è ancora troppo presto per cantare vittoria.

C.VEN.
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1