Questo sito web utilizza i cookie anche di profilazione al fine di migliorarne la fruibilità. Continuando ad usufruire di questo sito, l'utente acconsente ed accetta l'uso dei cookie. Informazioni
lunedì, 11 dicembre 2017

La «caccia» ai primari
porta già un risultato

Si chiama Carlo Tagliaferri ed è un 61enne di Brescia il nuovo direttore della «struttura complessa» di Radiologia diagnostica dell’ospedale di Esine: entrerà in servizio da domani, diventando la prima figura professionale che va a coprire uno dei primariati tuttora scoperti per effetto dei pensionamenti.

Il dottor Tagliaferri, laureatosi nel 1981 all’Università degli Studi di Brescia, si è specializzato in Radiognostica nel 1987 in quella di Modena. Ha iniziato la sua carriera nell’ospedale di Manerbio nel 1982 come assistente radiologo e dal 1985 al 1999 ha operato al Fatebenefratelli di Brescia. Il nuovo direttore del reparto ospedaliero esinese ha poi prestato servizio fino a oggi nell’ex Azienda ospedaliera Spedali civili di Brescia, prima in città e poi, dal 2010, a Montichiari, dove è stato responsabile di Radiologia. La nomina del dottor Taglaferri è venuta dal direttore generale dell’Asst Valle Camonica Raffaello Stradoni. L.RAN.