CHIUDI
CHIUDI
Seguici
Sezioni
Servizi
Cerca

17.12.2017

La tragedia di Esine: decisa l’autopsia sul corpo di Fontana

Il tratto stradale teatro dell’incidente
Il tratto stradale teatro dell’incidente

Paola Buizza Giovanni Fontana è morto in via Manzoni, a Esine, lungo la strada che stava attraversando. Un automobilista 21enne di origini bosniache, residente a Darfo Boario, è stato denunciato per omicidio stradale e omissione di soccorso per quello stesso incidente. E qui sta un nodo che andrà sciolto nelle prossime ore: il giovane non è stato arrestato, ma appunto denunciato. Questo perchè quanto è effettivamente accaduto nella notte tra giovedì e venerdì non è ancora definito; c’è una dinamica da chiarire e naturalmente ci sono eventuali responsabilità ancora tutte da addebitare. Per questo la magistratura ha disposto l’autopsia sul corpo del 65enne, e l’esame sarà effettuato nell’ospedale civile di Brescia dopo il trasferimento del corpo da quello di Esine. Ai fini delle indagini è necessario capire le reali cause del decesso. Giovanni Fontana è morto per i gravi traumi riportati a seguito di un investimento? Oppure il suo corpo era già sull’asfalto senza vita quando è stato investito? Il conducente si è accorto di lui o se l’è ritrovato improvvisamente davanti senza riuscire a evitarlo? L’unica cosa certa finora e che il suo presunto investitore, e gli amici in auto con lui, non si sono fermati per prestare soccorso all’uomo, ma hanno preferito allontanarsi. A chiedere l’intervento dei soccorsi sono stati altri automobilisti in transito, e tra loro potrebbe esserci anche qualche testimone. DA UNA PRIMA ipotetica ricostruzione dell’accaduto, il 65enne stava attraversando via Manzoni a pochi passi dalla rotonda - da appurare se fosse sul marciapiede o meno - quando la Bmw sbucata dal buio della notte lo avrebbe investito. Il giovane al volante - fuggito - è stato rintracciato nelle ore successive dai carabinieri del Radiomobile di Breno grazie alle immagini riprese dalle telecamere installate dal Comune di Esine per la sorveglianza del territorio. Video che, tuttavia, non hanno ripreso il momento dell’investimento. Sono attesi nelle prossime ore anche i risultati degli accertamenti medici sull’eventuale consumo di alcol o stupefacenti da parte del giovane denunciato. •

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1