Questo sito web utilizza i cookie anche di profilazione al fine di migliorarne la fruibilità. Continuando ad usufruire di questo sito, l'utente acconsente ed accetta l'uso dei cookie. Informazioni
martedì, 24 ottobre 2017

Non solo applausi per il nuovo Conad

Il superstore Conad aperto ai clienti da questa mattina (BATCH)

Da un lato chi celebra l’apertura sottolineando le opportunità connesse all’arrivo di una corazzata come Conad, soprattutto dal punto di vista lavorativo, dall’altro chi storce il naso di fronte al fiorire di ipermercati e centri commerciali, paventando inevitabili ricadute per i commercianti locali. Continua a far discutere e a dividere il superstore di Esine, che dopo gli annunci e i cantieri, in mattinata, alle 9, aprirà le porte ai clienti di tutta la Valle.

IL PUNTO VENDITA si trova in via Faede, in una zona assolutamente strategica, proprio in corrispondenza degli svincoli nord e sud della superstrada. La struttura, su un lotto complessivo di 25.000 metri quadri, occupa una superficie coperta di poco meno di 1700, dentro la quale si trovano il supermercato (1427 metri) con dieci casse, la parafarmacia (72 metri) e il Conad Caffè (per colazioni, aperitivi e pranzi). Il grande complesso è dotato di ben 250 posti auto. Per l’apertura del superstore, Conad Centro Nord ha provveduto all’assunzione di ben 38 persone, mentre altri 3 dipendenti provengono da altri punti vendita.

Spiega il direttore generale Ivano Ferrarini: «Con questa apertura e le altre in programma creiamo nuovi posti di lavoro e penso che questo sia il valore aggiunto per i territori sui quali operiamo».

L’ATTENZIONE del colosso della grande distribuzione organizzata è mirata anche su un altro elemento di novità, come fa ancora rilevare il direttore generale: «Oltre all’alta qualità e all’offerta dei prodotti, poniamo grande attenzione all’ambiente, tanto che stiamo cercando di riprodurre nei nuovi punti vendita e nelle ristrutturazioni un modello finalizzato a ridurre i consumi energetici e contenere le emissioni di CO2 in atmosfera». Per quanto riguarda la «compensazione» a beneficio del Comune, è stata realizzata la rotatoria adiacente al Superstore ed è stata finanziata la ristrutturazione dell’ex scuola alla Sacca.

L’apertura annunciata almeno un paio di anni fa e materializzatasi questa mattina ha ovviamente provocato il malcontento dei commercianti, che vedono ulteriormente in difficoltà le loro attività. Già l’avvento nello scorso anno ad Esine del supermercato Iperal, peraltro presente in Valle con diversi punti vendita e il centro commerciale Adamello, aveva procurato malumori e preoccupazioni. In un panorama che vedeva già operativi a poche decine di metri di distanza il discount LD e lo storico supermercato Italmark della famiglia Odolini. Da oggi sulla piazza sono quindi ben quattro i punti vendita e all’orizzonte se ne profila l’avvento di altri, poiché sembra che almeno due marchi della grande distribuzione siano interessati a edificare in un’area poco distante dal Conad.