Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Chiudendo questo banner o scorrendo questa pagina acconsenti all'uso dei cookie.
sabato, 17 novembre 2018

Ospedale a misura d’uomo Ci pensa il gruppo Aragosta

Anche una semplice appendicite può complicare la vita, ma ci sono patologie che richiedono lunghi ricoveri davvero difficili da gestire anche per i parenti dei pazienti. Ecco perchè rendere più umana e confortevole la permanenza nei reparti è importante. A Esine se ne sta occupando una realtà che stamane consegnerà all’ospedale nuove poltroncine riservate a chi si prende cura dei parenti o degli amici ricoverati nella lungodegenza. Si chiama gruppo Aragosta, ed è una associazione presieduta da Federico Polonioli già protagonista nel passato di donazioni: con questa vuole fare memoria di un amico, Michele, per tutti Micky, che era stato ricoverato nel reparto esinese di Oncologia e che è morto lo scorso anno. Attivi dal 2015, i volontari dell’associazione di Capodiponte hanno organizzato lo scorso Primo Maggio la «Run Aragosta», animata da oltre 1.200 camminatori e sostenuta da Andos e Asst Valle Camonica, Comunità montana, Comuni di Capodiponte, Paspardo e Cedegolo e Istituto comprensivo Pietro da Cemmo di Capodiponte. In quella occasione il gruppo aveva deciso di impiegare buona parte del ricavato nella donazione di attrezzature per il reparto di Oncologia di Esine, e questa mattina l’impegno a ricordare Micky in questo modo si realizzerà. L’associazione non è appunto una esordiente in questo campo: due anni fa aveva messo a disposizione della scuola elementare una lavagna multimediale e nel 2017 un televisore e materiale didattico per la materna capontina. L’attenzione del gruppo è ora orientata sull’evento di punta «MotorXMusic & Fun», che si terrà il 17, 18 e 19 Agosto e sarà intitolato a Beppe Grola, il pilota scomparso a soli 24 anni per un incidente avvenuto durante un allenamento. Per quella data Federico Polonioli e i suoi collaboratori avranno di sicuro già pensato a un nuovo gesto di solidarietà per l’uso dei fondi ricavati. •