Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Chiudendo questo banner o scorrendo questa pagina acconsenti all'uso dei cookie.
sabato, 18 agosto 2018

«Pioggia di sassi» sulla Sp 84 Un tunnel risolverà il problema

Un tratto della provinciale 84 protetto da reti e muri Un altro scorcio della strada della Valsaviore (BATCH)

Luciano Ranzanici Sei anni fa l’ancora di salvezza di una parte dei comuni montani della Lombardia si era materializzata sotto la forma degli allora fondi Odi, poi diventati fondi per i Comuni di confine (col Trentino Alto Adige), con l’assegnazione dei primi finanziamenti legati a opere pubbliche. Anche il sindaco di Cevo Silvio Citroni si era messo in corsa, presentando un progetto viabilistico importante che si era classificato quarto nella graduatoria B (quella delle opere pubbliche sopra gli 800 mila euro) ottenendo l’assegnazione di quattro milioni e 556 mila euro destinati alla realizzazione di una galleria in località Valzel per «salvare» dalle frane la provinciale 84. Il contributo comprendeva anche una quota per la realizzazione della tangenzialina a Grevo di Cedegolo, ancora in corso. La provinciale della Valsaviore è interessata da sempre da periodiche caduta di sassi e materiale dal versante Nord, e nel dicembre del 2009 si era verificato un distacco più importante degli altri che l’aveva interrotta. La risposta era stata rappresentata da lavori di disgaggio e pulitura e dalla successiva posa di reti paramassi e di un muro di rinforzo in cemento armato, ma il livello di sicurezza ottenuto non è mai stato soddisfacente. COSÌ si è lavorato a soluzione definitiva, e proprio grazie agli ormai ex fondi Odi il sindaco ha ottenuto il finanziamento necessario, oltre ad altri 400 mila euro stanziati dalla Provincia dopo un accordo di programma. Sono trascorsi quasi sei anni dall’assegnazione dei contributi e in questa lunga parentesi si è arrivati alla conclusione dell’unica possibilità di una galleria artificiale a sbalzo per proteggere la strada. L’avviso di gara relativo è di pochi giorni fa, emesso dall’Unione dei Comuni della Valsaviore (la stazione appaltante dei cinque enti della valletta) per «lavori di riqualificazione e di messa in sicurezza del versante con realizzazione di galleria artificiale lungo la Sp Berzo Demo-Cevo al chilometro 7 in località Valzelli, in Comune di Cevo». Il bando mette a disposizione 2.920.000 euro e scadrà il 6 marzo. Finalmente soddisfatto il sindaco Citroni, il quale ricorda che «Cevo e la Valsaviore attendevano questo bando da tanto tempo. È stato un impegno del mio primo mandato e ora finalmente l’intervento potrà essere effettuato. Il versante interessato è comunque complicato, e dovrà essere del consolidato meglio, mentre il tratto in cui sarà realizzato il tunnel artificiale potrà finalmente essere messo in totale sicurezza. Grazie a questi fondi potremo anche realizzare il prolungamento del marciapiede, che dal segnale che indica il paese si estenderà fino all’inizio dell’abitato». •