Questo sito web utilizza i cookie anche di profilazione al fine di migliorarne la fruibilità. Continuando ad usufruire di questo sito, l'utente acconsente ed accetta l'uso dei cookie. Informazioni
mercoledì, 18 ottobre 2017

Agosto festeggia il lido Goia
Pisogne ha ritrovato il Sebino

La nuova piscina del centro balneare pisognese Il nuovo spazio ristoro del lido Goia di Pisogne (BATCH)

Le settimane trascorse hanno fatto ampiamente sentire tutta la forza dell’estate a proposito di Sole e afa. Rimane però ancora lo scorcio più significativo della stagione, quell’agosto vacanziero capace di richiamare anche sull’altro Sebino migliaia di persone in cerca di frescura, relax e bagni, e da ieri i turisti hanno un nuovo punto di riferimento rappresentato dal ritrovato lido di Pisogne.

RIMESSO a nuovo con un investimento che si aggira sui seicentomila euro, il Goia può vantare una nuova piscina, una spiaggia alberata con giochi per bambini, spazi prendisole e un punto ristoro. Una struttura ricettiva che per Pisogne rappresenta un valore aggiunto sul fronte del turismo. L’inaugurazione con relativa benedizione del parroco don Ermanno Turla si è svolta ieri, col taglio del nastro affidato al sindaco Diego Invernici.

L’operazione rinascita non è stata né facile né immediata: ci sono voluti due bandi nella speranza di trovare un privato disposto a investire di persona sull’area in cambio di una concessione d’uso trentennale. L’auspicato project financing - il parternariato pubblico privato - non ha dato i frutti sperati e il Comune ha dovuto così intervenire in prima persona prendendosi in carico il mutuo per la realizzazione delle opere: demolizione dei vecchi manufatti obsoleti e non a norma, costruzione della nuova piscina, sistemazione dell’intera area a spiaggia. Poi la consegna in gestione per sei anni e l’apertura di un lido dal volto nuovo. Il tutto avvenuto sì a stagione inoltrata, ma senza sminuire la soddisfazione di un traguardo raggiunto.

«Abbiamo concluso un’impresa che ha scongiurato la chiusura della struttura - ha commentato il primo cittadino di Pisogne - trovando un gestore locale che ha creduto nelle proposte dell’amministrazione comunale». Mutuando un’immagine calcistica, il sindaco non ha mancato di lanciare alcune frecciate ai gruppi di minoranza, paragonandoli a chi «a campionato concluso, quando gioca la Nazionale preferisce tifare per gli avversari, senza capire che, nel nostro caso, si trattava di un’opera che va a vantaggio di tutta la cittadinanza».

Da ieri un nuovo tassello si aggiunge alle attrattive che può vantare il centro dell’alto Sebino, punto di riferimento per i vacanzieri oltre che per i residenti. Un’area che va a inserirsi nel contesto di una rivalutazione più ampia che è partita con la riqualificazione del lungolago, con la nascita del porto turistico, l’aggiunta di un pezzo di pista ciclabile e ora l’apertura del lido Goia. A chiudere il cerchio manca la Darsena, prossimo obiettivo, ma da oggi si festeggia quello che è destinato a diventare il centro balneare di Pisogne.