CHIUDI
CHIUDI
Seguici
Sezioni
Servizi
Cerca

27.01.2018

Atti osceni e usura L’Arma fa arresti a Pisogne e a Darfo

Spazia dalle oscenità (aggravate dalla presenza di giovanissimi) all’usura l’attività repressiva più recente sviluppata dai carabinieri che fanno capo alla Compagnia di Breno. Il caso più odioso, a sfondo sessuale, ha coinvolto mercoledì i militari della stazione di Pisogne, impegnati nell’individuazione e nell’arresto di un 65enne residente a Costa Volpino per i reati di resistenza a pubblico ufficiale e appunto atti osceni in luogo pubblico. DURANTE un servizio lungo viale Rimembranze, gli agenti hanno visto il bergamasco mentre praticava autoerotismo alla presenza di alcuni minorenni: sono ovviamente intervenuti, e quando si è visto scoperto il protagonista dello «show» è fuggito a bordo della sua autovettura tentando pure di investire i carabinieri. La sua fuga è durata poco: la magistratura ha convalidato l’arresto imponendo all’esibizionista l’obbligo di presentarsi quotidianamente alla stazione dell’Arma in attesa del processo. Passando all’usura, sempre mercoledì sono stati i carabinieri di Darfo ad arrestare nella stessa cittadina un 23enne di origine rumena con qualche problema con la legge alle spalle con l’accusa di estorsione. I militari sono intervenuti dopo aver accertato che il ragazzo aveva prestato denaro a un 50enne italiano residente nell’alto Sebino bergamasco pretendendone la restituzione con un tasso di interesse superiore al 240%, e minacciando pesantemente il suo debitore personalmente e facendosi affiancare da altri complici. Gli agenti hanno concordato con la vittima una nuova consegna di denaro nel territorio di Piancamuno, e al momento giusto hanno bloccato l’estorsore. Perquisendo poi la sua abitazione hanno trovato materiale e documenti vari che hanno reso evidente la sua attività di strozzino. Anche in questo caso l’autorità giudiziaria ha convalidato l’arresto disponendo gli arresti domiciliari in attesa del processo. •

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento richiede l’utilizzo di un “cookie di dominio” secondo quanto indicato in Informazioni sulla Privacy del sito; l’invio del commento costituisce pertanto consenso informato allo scarico del cookie sul terminale utilizzato.

pagine 1 di 1